Sesso a 12 anni!

L'invasione di piccole lolite

di unamamma 6 dicembre 2007

Oramai se ne sente parlare ovunque e, a forza di sentirlo dire, sembra quasi che sia una cosa normale … ma normale non è! Dibattiti in televisione, libri, articoli sulle riviste, sono tutti della stessa opinione: l’età in cui si ha il primo rapporto si è abbassata a 12 anni!!

Mi sembra una cosa assurda, ma è la realtà e lo si sente dalla stessa voce dei ragazzini intervistati per strada. Per loro fare sesso in discoteca al pomeriggio è routine, come è più che all’ordine del giorno uscire alla sera all’età di 13-15 anni e fare le tre del mattino. E magari tornare a casa ubriachi o mezzi drogati senza che i genitori battano ciglia; genitori che la maggior parte delle volte dormono già … ma come fanno a dormire sonni tranquilli??! Ma non si rendono conto del mondo che circonda i loro figli?

Non sono una perbenista assoluta, sono stata anch’io una ragazzina e so che quello che puoi fare di notte, volendo, lo puoi fare anche benissimo al pomeriggio, che non è l’orario di rientro che conti. Ma io quando avevo 12 anni giocavo ancora con le bambole e ora ne ho 36, non sono decrepita, non sto parlando di 10 generazioni fa! Cos’è successo??

Possibile che al giorno d’oggi i genitori non riescano più a trasmettere i valori ai figli, che non abbiano tempo abbastanza da dedicare loro, per dare quell’affetto che i ragazzi vanno poi a cercare nelle discoteche, per evitare che i giovani attirino l’attenzione comportandosi già da grandi?

L’altro giorno in un programma televisivo ho sentito di ragazzine che escono dalle discoteche al pomeriggio e vanno con le madri in farmacia a chiedere la pillola del giorno dopo: vi rendete conto? Certo, piuttosto di ricorrere ad un aborto è forse la soluzione più immediata, ma poi cosa direste a vostra figlia? La chiudete in un eremo per il resto della sua vita? Le insegnate il valore della maternità con la persona giusta ed al momento giusto e non il dover far l’amore con un coetaneo solo perchè le amiche lo hanno già fatto, per dimostrare qualcosa. Resta il fatto che ingerire una vera e propria bomba ormonale a quell’età non è il massimo della vita! No?

Ora ho capito come mai il Ministero della Salute ha deciso di offrire il vaccino anti HPV Human papilloma Virus (efficace alle lesioni precancerose al collo dell’utero) alle ragazze tra gli 11 e i 12 anni, ovvero ai soggetti giovani che non hanno ancora incontrato l´infezione che, come è dimostrato, si trasmette per via sessuale.

Forse bisognerebbe insegnare educazione sessuale a scuola o per lo meno insegnare i valori, quello che sicuramente non si impara guardando la televisione, che insegna solo a mostrarsi e ad esibirsi. Se chiedi ad una ragazzina cosa vuol fare da grande ti dirà che vuole apparire in televisione, in qualsiasi modo, e magari comincia già facendosi riprendere dai cellulari dei compagni e mostrandosi su Youtube.

Dopotutto il fenomeno delle lolite che vanno in discoteca per poi rivendere le proprie immagini per una ricarica del cellulare lo troviamo nel libro di Marida Lombardo Pijola “Ho 12 anni, faccio la cubista e mi chiamano principessa”, dove un´indagine sul mondo delle discoteche pomeridiane, frequentate da adolescenti tra gli undici e i tredici anni, svela il quadro allarmante di una generazione rigidamente organizzata. Uno stuolo di bambine che escono da casa in scarpe da ginnastica e jeans, entrano in discoteca, indossano abiti invisibili e si trasformano in pasto erotico per ragazzini affamati di sesso televisivo. Uno stuolo di coetanei, di professione pr, che reclutano (durante la ricreazione scolastica) abbonati per il locale e cubiste giovanissime, organizzati in piramidi di potere in cui ricevono, a seconda della posizione, i favori sessuali delle bambine cubiste, che ballano davanti agli occhi di altri coetanei, dagli sguardi voraci con in mano cellulari pronti a carpire foto e filmini.

A questo punto preferirei, come genitore, trascorrere 4 ore del mio sabato pomeriggio di guardia al bagno delle femmine (se fossi un papà davanti al bagno dei maschi), come succede in un locale torinese dove si tengono feste frequentate dai ragazzi delle medie, in modo da evitare spacci o cose strane! Il gestore del locale, per non avere problemi, ha reso questo “servizio” obbligatorio!

Forse non si riesce ad accettare una situazione simile da genitore, forse perchè abbiamo troppa fiducia nei nostri figli? Forse perchè è più comodo lasciar fare ai figli quello che vogliono purchè ci lascino in pace? Già da piccoli, parcheggiandoli davanti alla televisione? Dimenticando così di insegnare loro il rispetto e le regole? Quei genitori che difendono i figli (e se stessi) dicendo: E’ IMPOSSIBILE, MIO FIGLIO/A NON FAREBBE MAI COSE DEL GENERE! Quelli che accusano i professori, dicendo che i figli sono perfetti, mentre gli insegnanti non sanno fare il loro lavoro!

Cos’è successo? Di chi è la colpa di tutto questo??? Nostra? Loro? Di Internet? Della televisione?

Conosciamo davvero i nostri figli? Pensateci!

POTREBBERO ANCHE INTERESSARVI
Commenti
(46) commenti

  1. a

    ho 13 anni e lo reputo una cosa assolutamente vergognosa aboliamo il sesso minorile subito! la situazione non deve assolutamente degenerare ( perchè se non si fa qualcosa succederanno anche cose peggiori)

    orrore e disgusto davanti alle cose descritte in questo intelligentissimo articolo aboliamo il sesso minorile per sempre!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    9 giugno 2010
    1. vero..

      ma ke devo dire…io ho 14 anni e x ora nn l’hò mai fatto e nemmeno mi interessa!!!!!..la cosa ke + fa skifo è ke ci sn questi ragazzini\e ke fanno sesso ankora prima di aver raggiunto l’età del consenso ovvero 14 anni !!! ke tristezza… il sesso secondo me dai 16 \17 anni in poi ma nn a 11 12 ecc !!via nn riesco nemmeno a pensarci ke ci sn queste ragazzine di 11 anni ke lo fanno è trooooppo presto , la maggior parte di loro sembrano uscite dall’asilo invece ke dalle elementari.. e poi nn sanno nulla ma diko nulla del sesso !!! nn sn informate minimamente..e infatti si vede !! quasi tt quelle ke lo fanno a quell’età ci rimangono incinta !!! e poi si vanno pure a lagnare !!! ma ke si attakkino…-.- kmq secondo me nn si può dare la colpa sempre ai genitori quando si sentono queste storie xkè tanti genitori sn delle persone ke sn presenti x la famiglia e danno un’educazione ai loro figlioli,ma poi questi fanno kmq quello ke gli pare, quante volte si sente anke al telegiornale ke ragazzi di buona famiglia ecc ecc hanno rubato hanno fatto di li e di là nemmeno stessero allo sbaraglio in mezzo a una strada!! poi la discotecaa …allora..almeno dv sto io..in toscana ..le discoteke prima dei 16..nisba x quello ke so io…e kmq prima dei 16 mi sembra anke stupido!! ke senzo ha ke un bimbetto o una bimbetta di 11 vada in discoteca ??? ke ci va a fa ?? già ke in questo mondo la gente nn ha cervello nemmeno a 20 e si comportano ankora + skifosamente di 1 ke ha 11 anni facendo delle cax… madornali figurati a 11 anni ad andare in discoteka..escono fuori sballati da fa skifo!! gonfi d’alcol e di kisà quali porkerie!! dv dire ke mimà nn mi ci manda in disco..e forse mi ci manderà dai 16 17 in poi cn compagnie serie portandoci e venendomi a riprendere…nn diko ke nn mi garberebbe andarci xkè sarebbe una bugia..xrò so ke dp tt è presto sikkè aspetto la mi ora..e kosì x il sesso e tt un pò…nn mi interessa fare sesso ora e poi ritrovarmi cn un bimbetto da guardà..mi rovinerei tt la vita..xkè a 14 nn ho ankora ftt nulla nella vita e nn la farei + cn un figliolo..e poi nn potrei mai dare ai miei un dispiacere simile..è vero ho 14 anni e forse tanti di voi penseranno ke sn poki..ma io ho cervello lo so usare e sn molto + matura della mia età..lo so ke quasi tt dikono kosì…ma x me la cosa vale x davvero..un saluto a tt

      8 gennaio 2011
    2. unamamma

      Secondo te come si potrebbe procedere per abolirlo??? Cinture di castità?

      9 giugno 2010
  2. a

    che cosa vergognosa bisognerebbe evitare assolutamente che succedano queste cose

    9 giugno 2010
  3. unamammabis

    E’ incredibile l’affollamento dei pronti soccorsi di minorenni che chiedono durante i week end la pillola del giorno dopo! Ma dico dove sono i genitori? Possibile che come al solito manchi una vera educazione sessuale? Ma questi maschietti dove hanno la testa? Come al solito è sempre la “donna” che ci deve pensare…!?!

    12 marzo 2010
  4. Una Mamma

    Cara Laura, milanese di 13 anni, sono contenta che tu abbia avuto voglia di scriverci la tu esperienza, giusto per farci capire come girano le cose tra i tuoi coetanei.

    Grazie anche per il “vecchi che non capite”, ma anch’io quando avevo la tua età vedevo i miei genitori come dei vecchi e mi sembrava che non sapessero niente di quello che succedeva nella mia generazione.
    Però io cerco di informarmi e resta il fatto che ognuno è libero di fare quello che vuole, ma non è tanto la questione di non capire perchè avete tanti rapporti così giovani anche se con il preservativo, quanto più perchè non ci sia più il “gusto” di aspettare la “persona giusta”!

    7 gennaio 2010
  5. Laura

    Ciao , io ho 13 anni e tutti i sabati vado allo shoking di milano , una discoteca frequentata da ragazzini , e mi sembra normale fare l’amore , cosa c’è di strano ? siete voi vecchi che non capite ! sapete , noi tutte nei rapporti pretendiamo che il maschio indossi il preservativo , non siamo mica nel medioevo , e comunque non è vero che tutti ci droghiamo ! al massimo qualche cannetta ogni tanto , ma non ha mai fatto niente di male . e guarda che a milano , la verginità la si perde a 13 anni .
    io amo fare l’amore , mi piace , ci trovo passione e sentimento .

    6 gennaio 2010
  6. unamammabis

    Laura, le tue parole sono sacrosante e ti ringrazio per essere intervenuta perchè é sempre importante avere la testimonianza di ragazzi della tua età! Mia nipote ha 15 anni e comincio a conoscere, tramite lei, il vostro mondo e credimi vedo tanta confusione e poca sostanza: le uniche cose certe si hanno attraverso programmi televisivi o attraverso certa stampa specializzata per voi adolescenti, che purtroppo mi ha fatto venire i capelli ritti in testa!!! Ma dico dov’è la scuola, ad es. perché allora non introdurre l’ora di educazione sessuale? A questo punto ben vengano le iniziative di Roma e Provincia che introducono le macchinette distributrici di preservativi nelle scuole! Molte cose si possono fare e penso che a volte non bisogna tacere ma alzare la voce, in questo caso la vostra, per fare smuovere qualcosa! Un bacio

    27 agosto 2009
  7. unamamma

    Ciao Laura, grazie infinite per il tuo commento!
    Hai scritto tutte cose sensate e mi ha colpito la parte critica verso i genitori.
    Hai ragione dicendo che tanti genitori trovano più semplice “glissare” sui problemi adolescenziali dei figli, così come quando sono piccoli fanno in fretta a metterli davanti alla tv per avere i propri tempi ed i propri spazi!! Capisco che non sia facile essere adolescenti, ma neppure essere genitori e, con questo, non voglio giustificare nessuno. Credo che tanti sperino che l’educazione arrivi dalla scuola, per evitare di occuparsi dei figli in momenti così delicati, ma purtroppo così non è.
    Grazie al sito mi sono resa conto di quanto i ragazzi diano importanza prima di tutto al parere dei coetanei, dopodichè a quello dei siti internet/chat ecc, per ultimi se proprio necessari restano i genitori. Come fare per entrare “in contatto” con voi? … perchè se vi si fa delle domande diventiamo noiosi, viceversa sembriamo disinteressati.
    Sono contraria alla figura dei genitori-amici, credo invece che il genitore debba svolgere la propria parte da educatore, possibilmente non troppo rompiballe!
    Riguardo il sesso a 12 anni, ti assicuro che ricevo tante di quelle mail in posta privata di ragazzine, magari non 12enni, ma 14-16enni (che per me è già presto!) molto confuse sull’argomento…

    27 agosto 2009
  8. Laura

    Non so come sono capitata in questo sito, ma ci sono capitata e non ho potuto fare a meno
    di leggere qualche post. Questo qua, per esempio, che parla di ragazze che fanno sesso a 12
    anni mi ha un pò irritata. Io ho 14 anni e sono vergine. Non so fin quando continuerò ad esserlo.
    Sinceramente non penso che il giorno in cui mi sverginerò sia molto vicino, ma non sono una
    veggente e non mi sento di escludere questa possibilità. Ora, sto commentando questo post
    perchè ci tengo a chiarire una cosa. La maggior parte delle ragazze adolescenti non perde la verginità
    a 12 anni, certo, non dico che la maggior parte delle ragazze adolescenti si fermino a un bacio, e
    nonostante io sia una 14enne sono pienamente d’accordo con lei quando dice che anche questo,
    anche il non fermarsi al bacio non è giusto. Penso che se certe cose si fanno a 12 anni possono
    perdere importanza. La verità è, però, che la maggior parte delle 12enni che si spingono oltre
    al bacio e oltre i vari preliminari (e non sono poi così tante, mi creda) lo fanno con leggerezza,
    e in quel momento non pensano al fatto che il sesso, anche se protetto, non è sicuro al 100%
    e che quindi potrebbero ritrovarsi madri essendo ancora bambine o che potrebbero contrarre
    malattie di cui ancora non ci sono cure. Tutto questo lo sanno, perchè tra la scuola, la televisione
    gli amici ecc… certe cose si sanno, ma semplicemente non ci pensano. Quello che non sanno, anzi,
    che non sappiamo, perchè mi ci metto anche io, è che la verginità è una specie di simbolo…
    non so spiegarlo… è un qualcosa che quando si perde non si può più avere… E sa signora perchè
    non lo sappiamo? Perchè nessuno ce lo dice, ce lo spiega. La maggior parte delle cose che so io
    e che sanno le mie amiche sul sesso non sono altro che notizie che vengono da internet o dalla tv.
    Si sa che in famiglia questi argomenti sono un pò… come dire… tabù, ma se le nostre madri
    riuscissero a parlarcene, non lo so… magari le cose prenderebbero una piega diversa. E sono
    d’accordo di lei signora quando dice che i nostri genitori in realtà non ci conoscono. Ma il punto
    è: Ci vogliono conoscere? E in questo momento io sono tanto arrabbiata, perchè tutti voi adulti
    che fate tutti questi discorsi non vi rendete conto che ci considerate un mondo a parte. L’adolescenza
    per voi che cosa è? E’ una fase della vita ormai superata e lontana da voi anni luce. E quando
    noi adolescenti, vostri figli, abbiamo dei problemi o stiamo male ci dite sempre che passerà.
    E anche noi sappiamo che passerà, ma in questo momento c’è. E quando noi adolescenti vi diciamo:
    Ti odio, o cose simili voi lo ignorate, e pensate che solo un momento. E così sbagliate. Perchè tutte
    le volte che ho detto ti odio a mia madre ho sempre aspettato quello schiaffo che inizialmente
    mi avrebbe ferita, ma mi avrebbe reso un pò più grande.

    27 agosto 2009
  9. _laretta_

    sai…mi sa ke hai ragione…grzie mille di tt i konsigli sono proprio kontenta di aver trovato questo sito per kaso…GRAZIE INFINITAMENTE….quando avrò ankora bisogno di konsigli scriverò a voi…naturalmente dopo averne parlato con le mie amike….bacioni e grz

    4 aprile 2009
  10. unamammabis

    Laretta, sei giovane…! Perché impelagarti in qualcosa che non soddisfa pienamente? Vivi la tua libertà e goditi la tua età senza vincoli! Bacioni

    2 aprile 2009
  11. _laretta_

    infatti io me ne sn pentita anke se nn l’abbiamo fatto…adesso lui vuole tornare cn me…io sn konfusa…(molto konfusa!!) a me lui piace e forse lo amo però nn ho + fiduci in lui…te kosa diresti di fare????? dimmi solo una tua idea se vuoi….grazie mille x i konigli…bacio

    2 aprile 2009
  12. unamammabis

    Laretta, mi sembra proprio che questo ragazzo abbia le idee confuse e quindi, forse, é meglio perderlo che trovarlo…! C’é da dire anche una cosa che alla vostra età tutto sembra o nero o bianco e vi infiammate subito, come d’altronde é giusto che sia… Ma proprio questo porta poi a prendere delle decisioni affrettate di cui dopo ci si può pentire! Un bacio

    1 aprile 2009
  13. unamamma

    Laretta, vedi che fai bene ad aspettare, non fidarti. Se dice ti amo a tutte quelle che passano non mi sembra un ragazzo molto serio! Ciao ciao

    1 aprile 2009
  14. _laretta_

    ciao says…ho ltto adesso il tuo messaggio…bè x prima kosa grazie mille del konsiglio…poi vabbè kredo ke aspetterò ankora un po’ xk adesso io non mi fido + di lui perkè leggendo i suoi messaggi ho letto ke ha scritto t amo un kasino ad un altra io gli ho kiesto il perkè isto ke questa mi sta anke antipatika…lui mi a detto ke glielo ha skritto solo perkè lei era triste…io mi sono inkazzata e adesso la sua fiducial’ho persa anke se kontinua a dirmi ke mi ama e ke vuole solo me…sekondo te kosa dovrei fare????? rispondi se ti va….e comunque grazie del konsiglio baci8

    1 aprile 2009
  15. unamammabis

    Lara, purtroppo una decisione così importante la devi prendere tu… La famosa “prima volta” non deve essere una scelta dettata dall’impulso del momento o perché lo fanno tutte le tue amiche o perché sei magari spinta dal tuo ragazzo. Se vuoi sapere come la penso io, come mamma, ti direi che per me é troppo presto, ma forse ai tuoi occhi passerò come una bacchettona…! Comunque nel caso tu decidessi di farlo non dimenticare di prendere delle precauzioni. Un grosso bacio

    27 marzo 2009
  16. unamamma

    Ciao Lara, il problema non è tanto trovare il posto giusto, ma capire che sia il momento giusto e la persona giusta. A parte il fatto che fate bene ad aspettare che ci sia una casa libera, visto che al giorno d’oggi appartarsi chissà dove risulta molto ma molto pericoloso. Che sia presto o meno lo capisci solo tu, non puoi fare affidamento su quello che dice un’amica, perchè resterà un momento ed un ricordo solo tuo.
    Dev’essere un impulso che ti viene dal cuore e non solo una curiosità o un “dovere”, visto che lo hanno fatto anche le amiche. Poi, non meno importante, al contrario di quello che declama il nostro caro Papa, usate il preservativo!!! Per evitare una gravidanza, ma soprattutto per evitare di trasmettere malattie, visto che ce ne sono tante in giro e che nessuno si porta dietro il cetificato medico aggiornato!!!
    Pensaci bene, parlane con lui e valuta il tutto…fammi sapere!!!

    27 marzo 2009
  17. _laretta_

    ciao mi kiamo lara,ho 14 anni (quasi 15)e ade sto con un ragazzo della mia età da quasi 7 mesi ma oltre ai baci nn ci siamo spinti oltre.dilui mi fido molto xk provo veramente dl cs bl e so k anke lui la pensa kosì….con le mie amike ogni tanto parlo di lui (non ogni tanto…sempre…anke qnd siamo in kompagnia ke c’è lui)…bè vabbè nn stiamo li a girari in torno credo ke avrete già kapito kosa intendo fare…vorrei provare x la prima volta l’esperienza di fare sesso…la mia migliore amika mi ha detto ke è ankora troppo presto e ke cmq nn troveremo mai un posto al sikuro x farlo da soli dal momento in cui mia mamma e la sua nn lavorano e sono sempre in casa…vorrei una mano perkè la mia migliore amika (come me) non ha mai provato qst esperienza e poi vorrei kiedervi se x voi vi sembra ancora troppo presto x farlo…rispondete v prego…baci da LARA

    26 marzo 2009
  18. unamammabis

    Grazie Chiara! Penso che hai centrato in pieno il problema e cioé l’assenza “voluta o no” dei genitori! Torna presto a trovarci! Buon Natale! Bacioni

    18 dicembre 2008
  19. Chiara

    Ok, ammetto che sono capitata per caso su questo sito. Non ho 12-13-13 anni come i capi d’accusa :) e nemmeno 36 come l’autrice dell’intervento: sono a quota 17 e mancano 3 mesi ai miei 18.
    Quello che vorrei sottolineare e che ha stupito prima di tutto me, è stato leggere il libro citato. Perchè vi garantisco che nella generazione mia e quelle precedenti di qualche anno certe cose non avvenivano. Io, come tante di voi, all’ età di 12 anni giocavo con le bambole e il massimo della vita era andare a dormire a casa dell’amichetta.
    Ora se penso che le ragazze che sono in prima liceo nella mia scuola sono la generazione che fa sesso ovunque con chiunque solo per sentirsi grandi beh, mi spaventa perchè c’e da dire che tutto questo cambiamento è avvenuto nel giro di pochi anni.
    Faccio l’animatrice in un centro estivo e sono a contatto diretto con bambini di quest’età. Alcune di loro mi parlavano di andare al sabato in discoteca e tornare alle 3 come se nulla fosse, di avere avuto numerose e imperve relazioni per il puro “piacere” sessuale.
    Ma stiamo scherzando? Dove sono i loro genitori? Poi fanno la faccia stupita se mi scappa una risata quando vengono da me a dirmi che le loro pargole sono personcine ormai signorine, che sono tanto brave e tranquille.
    Non fidatevi. Ecco cosa dovete fare. Le discoteche sono luoghi pericolosi per bambini/ragazzi/adulti che la testa l’hanno altrove. Solo una persona forte e determinata non cade nel baratro di droghe, sesso e quant’altro. E non lo dico per fare quella che ne sa, solo che quei posti li frequento forse più spesso io di voi mamme, ed è mia madre la prima a non credere a quello che vedo là dentro.
    Buona giornata a tutti, scusate se il discorso risulta non omogeneo ma dopo 6 ore di lezione anche io ho dei cedimenti :)

    17 dicembre 2008
  20. unamamma

    Emily, grazie per la tua “testimonianza”, ma spero che non sia così dappertutto! Vero???

    28 novembre 2008
  21. emily

    i raghi possono fare quello k vogliono…io l aprima volta a 11 anni e ne vado fiera…il preservativo lo si usa quasi sempre…in disco si fa quel k si vuole…se 1 si droga e arriva a casa nn è poi così fatto, se muore almeno si è sballato…lo stesso vale per l’alcol…i genitori è meglio k stiano lontano dai bagni xkè facciamo qll k vogliamo…il sesso lo si conosce a 10 anni quindi è inutile educazione sessuale…e poi i profe lo fanno nelle aule a ricrea…almeno noi andiamo fuori dalla classe

    27 novembre 2008
  22. martina

    mi dite dove trovare un sito x leggere “ho 12 anni faccio la cubista mi kiamano principessa”

    25 ottobre 2008
  23. unamammabis

    Am, direi che le persone più adatte a darti dei consigli sul sesso siano i tuoi genitori… Perché non fare un discorso da “uomo a uomo” con il tuo papà? Se hai bisogno comunque siamo qui!
    Ciaooo

    6 agosto 2008
  24. Am

    ciao sono un maschio che ha 12 anni e vorrei avere dei consigli sul sesso?non si sa mai.arrivederci

    6 agosto 2008
  25. noemi

    ciao mi kiamo noemi,ho 12 anni e volevo dire ke una mia ex migliore amica(adesso nn + xkè nn mi piaceva il suo modo di pensare e di estire)ke sta facendo di tutto x farlo a 12 anni…io la penso in un modo cioè ke dobbiamo fare tutte le esperienze possibili così quando kiuderemo gl’okki x sempre potremo dire ke siamo felice di quello ke abbiamo fatto,xò penso anke ke ogni esperienza ha la sua età e nn si deve avere premura di crescere soltanto xkè tutti hanno il fidanzatino ecc…dobbiamo essere quelli ke siamo nn a pensare di volere fare certe cose xkè tutti lo fanno,dobbiamo essere diversi dagl’altri e nn fare gli stessi errori…baci noemi

    29 luglio 2008
  26. unamammabis

    Grazie Antonella e complimenti perché mi sembra proprio che hai trovato quel giusto mix di autorevolezza e dolcezza per essere un bravo genitore! A presto. Ciao

    1 luglio 2008
  27. antonella

    ho 38 anni sn mamma di 2 bellissime (bimbe proprio bimbe nn direi ma per me sono sempre bimbe)sono 2 femmine e si chiamano MARTINA e MANUELA martina e la + grande e sta per fare 17 anni manuela e la più piaccola e ha 12 anni che lì ha fatti a giugno.
    martina è una ragazza veramente con la testa sulle spalle e lei sà a cosa va in contro lei è abbastanza intelliggente e capisce.io a martina la faccio andare dove vuole ma mi devo accertare bene e devo sapere tutto e lei lo sa benissimo martina in tutta la sua vita non mi ha mai detto una bugia mai e poi mai.
    manuela invece ha 12 anni e nn mi preoccupa nemmeno, manuela lo sa che lei nn mi deve mentire e lei nn mi ha mei detto una bugia io la faccio andare dove vuole andare e dove la invitano ma come ho detto con martina io devo essere sempre al corrente di dove và.
    IO delle mie figlie mi fido molto anke perchè nn mi hanno mai detto una bugia.
    manuela e martina anche se si levano molto di età si sono sempre volute bene e si adorano veramente tanto.
    loro stanno sempre assieme si confidano tutto e soprattutto la cosa che mi ha un pò turbato e che nn litigano mai e poi se litigano qulche voltea che è molto strano non riescono nessuno di loro a essere litigate per molto al massimo 10 minuti e poi fanno subito pace.Loro fanno tutto assieme scherzano, parlano, giocano ecc. martina è un pò grandetta è quindi esce spesso cn le amiche ma nonostante loro sono sempre attaccate che martina si porta anche a sua sorella con lei e non la lascia mai sola e anche se martina in estate va a mere con le amiche si porta a sua sorella nonostante ancore è piaccola.
    comunque alla fine io dico che mi posso veramente fidare delle mie adorabili figli.
    e posso anche dire che da quando sono nate io gli ho insegnato subito l’educazione alcontrario di alcune mamme.

    1 luglio 2008
  28. Brilly

    PS: Marzia hai ragione ma non esagerare. Va bene “NO!” ma spiega il perchè,”perchè lo dico io” mi sembra una frase da re dell’Universo… una mamma non dev’essere un comandante dell’esercito! Io ho visto persone cresciute con mamme esigenti di perfezione o troppo “dure”… beh adesso i figli sono grandi e sono molto, troppo insicuri nelle scelte

    16 giugno 2008
  29. Brilly

    Ehi calma! Non è una cosa così diffusa parlo per esperienza recente… sì ci sono quei 2-3 “casi” ma non sono tutte così! E’un problema, ma spesso si generalizza troppo. Magari una figlia può reagire male perchè pensa che la mamma non si fidi. Comunque spesso queste cose nascono da problemi familiari. Le coetanee dovrebbero imparare solo a non imitare, e la differenza tra fidarsi e seguire ciecamente un’amica.

    16 giugno 2008
  30. unamamma

    Ciao Giada, grazie per la tua “testimonianza”! In effetti non credo sia obbligatorio parlare di certi argomenti con la propria madre, immagino non venga naturale, ma è senz’altro di aiuto (in caso di dubbi o incertezze) sapere che la mamma potrà starti vicina e spiegarti certe cose. Ma secondo te come si può far capire ad una ragazzina che sarebbe meglio aspettare la persona giusta e che non è necessario “buttarsi via” col primo che passa solo per essere come le altre?

    12 giugno 2008
  31. Giada

    Ciao mi chiamo Giada e ho 15 anni…secondo me é una cosa bellissima avere una mamma per amica…peró amica lo si deve essere da piccole…mia mamma é mia amica anche se non parliamo di sesso…forse perché provo molto imbarazzo a parlarne comunque é difficilissimo trovare ragazzi vergini nel mondo d’oggi…io ne conosco solo uno…e questo vale anche per le ragazze…io in klasse mia ho 1 compagna che la fatto la prima volta a 13 anni e 2 a 12 anni…per gioco…e ora si sono pentite…in classe mia siamo solo 3 ragazze vergini su 20 e neanche una raga vergine…ma molti si sono pentiti…io sono fiera di essere vergine…la mia verginitá la voglio dare a una persona che mi ama veramente…spero di esservi stata un pó d’aiuto baci…

    12 giugno 2008
  32. unamamma

    Ma che corsi vi fanno a scuola? E tu credi che i ragazzi ascoltino i professori? Mi dà l’idea che al giorno d’oggi siano più interessati a filmarli col telefonino per spedire subito il tutto su youtube! Gli insegnanti sono talmente sottovalutati che non sono più presi in considerazione, soprattutto perchè tanti genitori danno ragione ai figli e non ai professori quando vengono ripresi per aver commesso qualche errore! Comunque, sei fortunata ad avere dei genitori che ti seguono, continua a comportarti come stai facendo e non pensare di essere strana, sei normale! Ed essere normale non è sbagliato!! Un bacio da Una Mamma

    6 maggio 2008
  33. me

    Penso di aver letto bn questo testo be io ho 14 anni e penso che le cose che avete scritto siano vere non so se sn io che sn strana o le mie amiche certe lo hanno gia fatto e nn se ne pentono ma io nn ci tengo anche xk un parere mio è ke tt sanno ke a questa età se lo fai con una persona che non ti ama seriamente poi vieni derisa da tutti e tutti pensano che 6 una tro.. scusate il linguaggio…..i miei genitori mi stanno dietro e si proccupano di sapere dove vado e con chi esco!i parenti non possono fare tanto xk fidatevi nn si ascoltano questi consigli l’unico modo e dico unico ke i raga della mia età ascoltano sono i consigli o corsi ke ci fanno a scuola!!!basta chiedere hai professori di farli!spero ke vi sia stato utile il mio intervento….ciao

    5 maggio 2008
  34. unamammabis

    Non é facile uscire dal “gruppo”…specialmente a questa età. Grazie Alessia e a presto. Ciao

    24 aprile 2008
  35. unamamma

    Ciao Alessia, grazie per aver lasciato la tua testimonianza! In questo sito siamo soprattutto mamme di bimnbi piccoli e non viviamo ancora da vicino la situazione adolescenza, però, vedendo come va il mondo, temiamo di non sapere come “affrontare” i nostri figli in quel momento così delicato. Secondo te è meglio avere una mamma amica/confidente alla quale si può dire tutto, oppure i giovani d’oggi preferiscono tenersi le loro cose per sè ed allontanano da sè i genitori “invadenti”? Grazie. Una mamma

    24 aprile 2008
  36. Alessia

    Mi chiamo alessia ho 13 anni e devo ammettere che negli ultimi tempi è difficile trovare una raga ke nn ha fatto sesso nella mia classe solo due l’hanno fatto e io le reputo sciocche 1 xke credo ke sia una cosa troppo bella e lo si deve fare con una persona di cui si è versmente innamorati 2 sono troppo piccole e incoscenti (una a riskiato di rimanere incinta)3 nn si fanno le cose x imitezione
    Baci Alessia

    23 aprile 2008
  37. unamamma

    Anch’io non sopporto i genitori succubi dei propri figli, figli che vengono su maleducati ed insopportabili … e viziati! Sono la prima che quando mi faccio convincere a comprare una cavolata qualsiasi che mi chiede mia figlia poi mi darei delle bastonate sulle mani, perchè dopo 5 minuti non gliene frega più nulla! Questi bimbi hanno troppe cose: giochi, vizi, ecc… Cerchiamo di trattenerci!! A presto. Una mamma

    17 gennaio 2008
  38. MARZIA

    Grazie unamamma per avermi risposto, volevo solo puntualizzare che il mio NO E BASTA è riferito solo ai capricci, per i rimproveri anche io le do spiegazioni e per fotuna mi ascolta e non se ne frega anche perchè quello è il momento in cui si fa la pace e la mamma non è più arrabiata ci si dà un bacetto e un abbraccio e ci si dice TI VOGLIO TANTO BENE.
    Il punto che volevo sottolineare era comunque che accontentare continuamente i nostri figli, soddisfare a dismisura le loro richieste sia che siano piccoli o adolescenti a mio avviso non sia un bene per loro ed è probabile che col tempo la nostra incapacità a dire no possa un giorno farci ritrovare in farmacia a comprare la pillola del giorno dopo per la nostra figlia 13enne. So bene che non ci sono leggi scritte su come crescere i figli e che nessun tipo di educazione da noi impartita possa dare dei risultati sicuri ma da parte mia voglio che mia figlia crescendo capisca che purtroppo gli errori si possono pagare cari.
    Grazie.
    Marzia

    P.S. Questo blog è proprio quello che cercavo.

    16 gennaio 2008
  39. unamamma

    Ciao Marzia, non sono molto convinta a proposito del NO E BASTA! Credo si debba sempre spiegare ai nostri figli perchè li sgridiamo, nonostante non ci ascoltino o se ne freghino, lo trovo “educativo” e spesso mi rendo conto che, anche se sembra che non ci considerino, alla fine qualcosa in testa gli entra! Per i supermercati io ho adottato la tecnica del dare in mano qualcosa a mia figlia e di depositarlo alla cassa senza prenderlo, tanto fa i capricci giusto perche vuole qualcosa, ma non è davvero interessata ad averla, quindi non se ne accorge neppure e al limite la accontento con un ovetto al cioccolato che si trova sempre prima delle casse! Un abbraccio. Una mamma

    15 gennaio 2008
  40. MARZIA

    a questo punto mi sento in dovere di fare anche io un commento. Anzi intanto faccio una domanda: ma vi siete dimenticati come vi hanno cresciuti i vostri genitori? Io oggi ho 33 anni sono mamma di una bimba di quasi 4 e anche io e mio marito siamo terrorizzati xchè non sappiamo cosa ci aspetta, neanche i nostri genitori lo sapevano eppure non mi sembra di essere venuta sù così male è vero i tempi sono cambiati ma perchè non provare ad agire come facevano i nostri genitori? Per i miei la fiducia, le uscite, i divertimenti e persino i regali talvolta, andavano conquistati, con i bei voti e i lavoretti in casa per esempio, segni questi di maturità e responsabilità. E quando la fiducia di mamma e papà viene tradita una bella punizione non ci sta neanche tanto male in attesa di riconquistarla. Dire “non farò con i miei figli gli stessi errori che i miei hanno fatto con me” mi sembra un pò riduttivo per giustificare un comportamento troppo permissivo nei confronti di 12enni mandati allo sbaraglio solo perchè “i loro amici lo fanno”. Anche mia madre con me ha fatto degli errori(infatti adesso abbiamo un rapporto molto conflittuale come l’abbiamo sempre avuto del resto) ma non credo che questo significhi che adesso io con mia figlia debba fare esattamento l’opposto di quello che lei abbia fatto con me. Del resto nel mezzo stà la perfezione. La prima volta che sono entrata in una discoteca avevo 14 anni ero con alcune compagne di scuola e con il fratello più grande di una di loro a tenerci d’occhio e ricordo benissimo che è dovuto intervenire mio padre stesso per far entrare mia sorella di 2 anni più piccola di me. Perchè se non ricordo male per legge le discoteche erano vietate ai minori di 14 anni anche quelle pomeridiane. Oggi è ancora così? E se è così, scusate care mamme e cari papà, ma cosa ci fanno i vostri figli (maschi e femmine, perchè per me dire tanto è un maschio non è una giustificazione)lì dentro?
    Qualche tempo fà ho chiesto consiglio alla maestra di mia figlia per gestire al meglio i suoi capricci, e qualche sua “piccola” manifestazione di rabbia con tanto di urlo e sbattuta di porta. Devo essere sincera la sua risposta è stata una sorpresa per me, ha detto: tutto questo parlare e spiegare ai vostri bambini perchè non fare questo perchè non fare quello , e portare queste spiegazioni all’eccesso o dare delle alternative ad un “no” o peggio ancora cedere per farli smettere di piangere è un comportamento sicuramente sbagliato. Ti ricordi quando eri bambina tu? – diceva – ricordi quando tuo padre ti diceva “no e basta”…. beh non mi sembra che tu sia rimasta traumatizzata.” In effetti funziona mia figlia adesso è molto più calma io parlo ancora con lei, quando posso le spiego ancora il perchè le ho detto no per qualcosa, ma non lo faccio per ogni cosa come facevo prima e non le dò più alternative per accordarla, come cmq non ho mai ceduto a un suo capriccio solo per farla smettere di piangere. So essere una mamma dolce e comprensiva ma oggi ritengo che il vecchio …PERCHE’ E’ COME DICO IO E BASTA a volte non guasti. Vedo scene raccapriccianti al supermercato di bambini dentro i carrelli (per quelli che riescono a farceli stare) urlanti e piangenti per qualche giocattolo o merendina o pacco di caramelle e dopo esserteli sorbiti per 20 minuti (perchè li senti per tutto il supermercato) li riincontri alle casse con i lacrimoni ancora sul viso ma trionfanti perchè hanno tra le mani l’oggetto tanto agognato. Non vi nascondo che la prima reazione istintiva per me è di andare dalla madre a chiedere “ma che cavolo lo hai fatto piangere a fare sei sadica masochista o tutteddue?” poi magari per evitare di essere presa per pazzo uno magari evita. E allora mamme e papà auguri a tutti anche a me, e che Dio ce la mandi buona.

    Marzia

    15 gennaio 2008
  41. GIULIETTA

    ormai e mlto noto sentire ragazziene di 12 anni che l’ho hanno già fatto ma c’è una cosa importante da fare capire a qst ragazzine il pericolo a cui si va in contro a cosa potrebe succedere se i metodi contraccettivi nn fanno effetto io dico che prima o poi questa cosa si deve fare perchè noi tutte l’abbiamo fatta ma magari si consiglia di avere un dialogo con i figli maggiore perchè tanto ormai e impossibile evitare e nn si faccia più sesso nell eta fra i 12 e i 14 anni (età in cuoi i ragazzi non sono in grado di capire a cosa potrebero andare in contro per tanto si consiglia di avere un rapporto più amichevole con i vostri figli cosicche possiate essere ascoltate e possiate ascoltare loro e aiutarli

    15 dicembre 2007
  42. unamamma bis

    Mia nipote ha 13 anni e fortunatamente ha la testa sulle “spalle”…Purtroppo però alcune sue amichette hanno già dei comportamenti “dubbi”, ma questo perché, se si guarda dietro, non hanno i genitori presenti! Il lavoro che si deve fare é continuo: non bisogna mai mollare l’attenzione su quello che fanno i ns. figli anche se sono apparentemente indipendenti… Adesso si dispone di molti mezzi come i cellulari ma anche lì bisogna sapere dosare e soprattutto controllare l’uso che si fa e si vuole far fare. Conosco mamme e papà che danno il cellulare ai loro figli alle elementari!!! Forse si devono dire più NO e non é una scusa sentirsi dire “ma ce l’hanno tutti!”. Bisogna insegnare ai propri figli a ragionare con la propria testa e non perché se si fa parte di un gruppo si devono seguire certe regole altrimenti si é fuori… Certo é un lavoro difficile, lungo e faticoso ma bisogna iniziarlo da subito altrimenti si va incontro a delle maggiori difficoltà più avanti.

    7 dicembre 2007
  43. Max Zaglio

    A proposito del libro “Ho 12 anni faccio la cubista mi chiamano Principessa” di Lombardo Pijola Marida, avevo ascoltato l’autrice in televisione una sera ed ero rimasto abbastanza colpito da ciò che descrive nel libro. Facendo una breve ricerca su Google ho trovato degli spezzoni di libro che definirei “agghiaccianti” vista la tranquillità con cui si parla di alcuni argomenti.

    7 dicembre 2007
  44. chicchetta

    è una cosa inaccettabile….avrò il mio primo bambino alla fine di maggio e ancora non so se sarà maschio o femmina…questo mondo mi preoccupa molto…se siamo così adesso figuriamoci tra una decina di anni!!! sono ancora convinta che la colpa sia di questa società e dei media…spesso i bambini(perchè a 12 anni sono ancora bambini) sono parcheggiati davanti alla tv in balia dello schifo che trasmettono!!!

    6 dicembre 2007

(©) 2006 - 2014 UnaMamma.it - Riproduzione Riservata