INTIMAMENTE. Una mostra di fotografie

5

Si terrà il 7 maggio alle ore 11,00 presso l’androne principale del Policlinico Umberto I°- Università Sapienza (Viale del Policlinico 155 – Roma) l’inaugurazione della mostra “Intimamente”, fotografie di Veronica Marica promossa da Gruppo Mercurio che raccontano i volti, i sorrisi, gli attimi di mamme e dei loro bambini, un racconto per immagini di un legame antico e moderno, eterno e comunque sempre nuovo. 

Parteciperanno anche Grazia Passeri, Presidente di Salvamamme, la prof. Rosanna Cerbo, rappresentante Policlinico Umberto I, Università La Sapienza e responsabile Scientifico dell’associazione e le mamme del progetto.

La mostra, curata da Salvatore Sannaè inserita nel contesto de FotoGrafia-Festival Internazionale di Roma, resterà aperta dal 7 al 25 maggio (7 giorni su 7,24 h su 24).

“Intimamente” ritrae alcune delle donne in difficoltà che si sono rivolte al progetto “Diritto di Poppata”, iniziativa promossa dall’associazione Salvamamme/Salvabebèe da Gruppo Mercurio, che mira a garantire il diritto al latte a tanti bambini del Lazio.La mostra è anche l’occasione per raccogliere fondi a favore del progetto, contribuendo, così, a garantire ai bambini il diritto di crescere sani.

Una madre guarda amorevolmente il suo bambino, offre il seno; dentro il cerchio di questa intima perfezione, il miracolo quotidiano della nutrizione e della tenerezza. Madre e figlio imparano a conoscersi attraverso un codice immutabile di devozione e cura; tra quelle braccia il bambino trova il suo posto nel mondo, mentre la mamma impara a non aver paura.

Lo strettissimo legame che si stabilisce tra madre e figlio, che chiamiamo amore, è la risposta biologica alle necessità della vita. “IntimaMente” descrive per immagini questa corrispondenza amorosa esaltandone la bellezza; sensibilizza le persone sull’importanza dell’allattamento appoggiando la campagna “Diritto di Poppata”.

Per accrediti: info@inmediarescomunicazione.it

5 Commenti

  1. Ciao sono, da pochi mesi, una mamma 40enne appassionata d’arte e leggendo l’artico di “Intimamente” mi si sono di nuovo affacciati i tanti pensieri e dubbi che costellano la mia vita di madre “tardiva”. Sarebbe interessante e istruttivo poter vedere la mostra sicuramente mi si aprirebbero orizzonti sul rapporto naturale d’amore tra mamma e figlio che ancora per me sono chiusi.Infatti questo commento vuole essere uno spunto di dialogo ed una richiesta di aiuto alle altre mamme e neo-mamme se anche loro, come me, hanno pensieri “anomali” nei confronti della loro creatura.Mi spiego: forse perchè la mia gravidanza non è stata così tanto desiderata come meriterebbe,( che bestemmia vero?) mi si è da subito posto il problema che mia figlia “sentisse” questo scarso interesse per lei nonostante col passare dei mesi a pensarla ed ancora oggi quando la guardo mi vengono le lascrime agli occhi per l’emozione di saperla tutta mia ( e del papà, certo!!). Però la paura di mettere al mondo un essere che ha bisogno di tutto e di tutte le nostre forze mi ha da subito terrorizzato. Non parliamo poi delle prime volte che a casa, da sola, senza il conforto dell’ospedale, l’ho sentita piangere, mi ricordo di aver avuto voglia di scappare, avevo paura di stare con lei. Mentre tutti mi raccontavano dell’amore che si prova, da subito, alla vista della propria creatura io volevo SCAPPARE!! Per cui vi chiedo è normale avere timore dopo questi inizi travagliati che il proprio figlio non ci ami? Oggi a 7 mesi di distanza penso di aver creato un bel rapporto, ma a volte quando mi guarda sembra che mi scavi dentro e cerchi di vedere se sono una madre degna di lei. Sono paranoie o il fatto che ora io l’adori, che farei i salti mortali per poter vedere e rivedere i sorrisi che mi dedica sempre più spesso,mi prende la paura che questo mio amore non sia contraccambiato?? Scusate lo sfogo ma questi dubbi così “insani” non avevo il coraggio di porli ad altre conoscenti.Grazie ancora a Una mamma che ha risposto alla mia mail con simpatia.

  2. Credimi Lory, se cominci a chiedere anche ad altre mamme come si sono sentite quando hanno avuto i loro bimbi ti accorgerai che non tutte ti descriveranno scene idilliache! Avere un bambino ti stravolge la vita in tutti i sensi: mutano le priorità, i propri ritmi di vita, i rapporti e le amicizie!
    Pe questo é importante avere il supporto anche del papà in modo da non sentirsi caricati eccessivamente dalle responsabilità, dai timori e dalle paure! I primi mesi infatti servono proprio a creare quella complicità tra mamma, papà e bimbo che poi andrà avanti per tutta la vita!
    Un grosso abbraccio

  3. Grazie, unamammabis, quello che dici è verissimo, ma è altrettanto vero che non tutte le mamme (almeno quelle di mia conoscenza) dicono la verità. Descrivono rapporti al limite della favola, bimbi che dormono tutta la notte, poppate così esaltanti da veder “riflessa negli occhi del tuo bimbo la soddisfazione di aver il pancino pieno”.Beh a me questo non è capitato!! E quindi ti senti ancora più inadeguata come madre, meno attenta, ti chiedi dove e come stai sbagliando innescando così un circolo vizioso di tristezza ed insoddisfazione.Poi col tempo si scopre che anche loro hanno avuto i loro guai chi con coliche devastanti, chi con bimbi insonni o inappetenti. Se solo fossero state un pizzico più sincere, invece di esaltare le loro prodezze di madri perfette con bimbi alla mulino bianco, avrei versato meno lacrime. Per questo ho benedetto questo sito appena l’ho scoperto almeno qui spero di trovare quel sostegno,i consigli e quella trasparenza che da altre parti è mancata.Un bacio ed una abbraccio a te ed a tutte le mamme che non si vergognano delle loro debolezze.grazie

  4. Hai ragione Lory, pensa che io ho deciso di “mettere su” questo sito proprio per poter socializzare con altre mamme e per tirarle su di morale visto che so benissimo cosa si prova ad essere incinta o neo-mamma e ad avere mille dubbi, paure e soprattutto poche persone vicine nella tua situazione. Sono contenta di aver raggiunto l’obiettivo!! Un abbraccio.

  5. caro amore mio,
    è bellissimo quello che provo per te. Passo gran parte della giornata a pensarti, a programmare il nostro pomeriggio sperando sempre di farti divertire!!
    maggio 2008 senz altro sarà un periodo da ricordare, perchè abbiamo tolto il ciuccio con facilità devo dire, sei stato bravissimo poi stiamo eliminando il pannolino durante il giorno, lo teniamo solo alla notte per fare le nanne, ed infine hai imparato ad andare in bicicletta come una scheggia.
    4/07/08 Amore mio l’inizio dell asilo estivo è stato un disastro cavolo!!! Piangi cosi tanto al mattino e alla sera lo vedo che non dormi rilassato. Quando arrivo al lavoro chiamo subito e le maestre cercano di rassicurarmi ma io lo so che ti fa schifo andare li……tt dicono che però ti farà bene, che ti farai le ossa…….e che nella vita bisogna farcela. secondo me è perchè ti manca giorgia e giacomo i tuoi due grandi amiconi……..
    la cosa bella è che ieri mi sono tatuata una stella con dentro la tua iniziale amore mio, mi rimarrà per sempre perchè tu rimarrai per sempre dentro e con me
    Non vedo l ora di andare al mare, spero che ci divertiremo assieme, sei cosi allegro che viene naturale fare casino con te!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here