Giornata internazionale per i diritti dell´infanzia

0

Convenzione ratificata anche dall’Italia nel 1991.

Nel testo della Convenzione viene riconosciuta e garantita questa prima età della vita umana, nella convinzione che i bambini rappresentano il futuro e che per questo, sono titolari di diritti esclusivi.

La Convenzione sancisce che ogni bambino ha diritto all´uguaglianza e alla protezione dalla discriminazione, senza distinzione di razza, religione, nascita e sesso.

Ha diritto a un nome e ad una cittadinanza, così come alla salute, all´istruzione e alla formazione, al tempo libero, al gioco e allo svago.

Ha diritto a essere ascoltato, ad avere una sfera privata e a crescere in uno spirito di uguaglianza e di pace.

Ha diritto ad avere aiuti immediati in caso di catastrofi, alla protezione in caso di violenza, a una comunità familiare e a una casa sicura, all´assistenza in caso di menomazione.

Così il 20 novembre è diventata la giornata internazionale per i diritti dell´infanzia.

Sono diverse le iniziative portate avanti in questi giorni dall’UNICEF per sensibilizzare su questo tema.

Iniziative UNICEF in ambito internazionale:

A New York, in occasione del 18° anniversario della ratifica della Convenzione sui diritti dell’infanzia, lo scrittore ed ex bambino-soldato Ishmael Beah verrà nominato Youth Ambassador dell’UNICEF per i bambini colpiti dalla guerra. Saranno presenti il Direttore generale dell’UNICEF Ann Veneman e Savitri Goonesekere, autore di “Protecting the World’s Children”.

A Ginevra, nel Palazzo delle Nazioni Unite, si tiene una tavola rotonda, in cui Philip O’Brien, Direttore dell’Ufficio regionale dell’UNICEF per l’Europa, Marta Santos Pais, Direttore del Centro di Ricerca dell’UNICEF Innocenti di Firenze, e rappresentanti di altre organizzazioni si confronteranno con studenti dell’International School di Ginevra.

Iniziative UNICEF in Italia:

In Italia, con lo slogan “Il primo diritto, vivere” l’UNICEF ricorda anzitutto che il diritto alla vita e alla salute per milioni di bambini, soprattutto dei Paesi in via di sviluppo, viene continuamente ostacolato da malattie, guerre, abusi e povertà.

Questi i principali appuntamenti:

La RAI promuove il 20 novembre una “Giornata RAI-UNICEF per i diritti dell’infanzia”: per l’occasione sono previsti numerosi spazi informativi dedicati ai diritti sanciti dalla Convenzione sui diritti dell’infanzia. La RAI ha anche realizzato uno spot televisivo e un audiospot radiofonico, trasmesso fino al 20 novembre da tutte le reti.

La celebrazione ufficiale della Giornata nazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, promossa dalla Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza, si svolgerà dalle 12 alle 13 al Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, dei Ministri Rosy Bindi (Politiche per le famiglie) e Paolo Ferrero (Solidarietà sociale), e di Anna Maria Serafini, Presidente della Commissione parlamentare per l’infanzia. Una delegazione di bambini e ragazzi, selezionati dal Gruppo partecipazione del Coordinamento PIDIDA (Per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, che raccoglie oltre 40 ONG italiane) interverrà all’incontro, facendo ascoltare il punto di vista e le opinioni dei ragazzi. All’incontro al Quirinale interverrà anche il Presidente dell’UNICEF Italia, Antonio Sclavi.

Il Presidente dell’UNICEF Italia Antonio Sclavi parteciperà anche, nel pomeriggio del 20, presso la SIOI, alla “Tavola Rotonda in occasione della Giornata Mondiale dell’Infanzia e dell’adolescenza” (ore 16,30- Piazza S. Marco, 51, Roma), organizzata dalla Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale in collaborazione con l’UNICEF e l’INDIiMi (Istituto Nazionale per i Diritti dei Minori), alla presenza, tra gli altri, di Giovanni Conso, Presidente del Comitato peri Diritti Umani della SIOI e di Luigi Citarella, Presidente dell’INDiMi e membro del Comitato delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo.

Il 24 e 25 novembre prossimi anche il mondo del calcio scenderà in campo con l’UNICEF per ricordare i diritti dei bambini: su tutti i campi di calcio di serie A e B, pochi minuti prima dell’inizio degli incontri, i giocatori, la terna arbitrale entreranno in campo accompagnati da bambini mostrando al centro del campo uno striscione con la scritta “Primo diritto: vivere”. L’iniziativa è realizzata con la collaborazione della Lega Calcio e della Federazione Italiana Giuoco Calcio/Settore Giovanile e Scolastico. Testimonial dell’iniziativa saranno i Goodwill Ambassadors dell’UNICEF Italia Francesco Totti, Paolo Maldini e Gianfranco Zola.

Mercoledì 21 novembre, (diretta tv su RAI Uno dalle h. 20,15) gli 11 di Roberto Donadoni scenderanno in campo allo stadio “Alberto Braglia” di Modena accompagnati da 25 bambini che indosseranno le magliette dell’UNICEF. A centro campo sarà visibile lo striscione UNICEF con la scritta “Primo diritto: vivere”. L’evento ha luogo per iniziativa della Presidenza della Federazione Italiana Giuoco Calcio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here