Metodo per mettere a dormire presto i vostri bambini

21

Non vorrei sembrare l’Estivill (“Fate la nanna”) della situazione, ma è da qualche sera che riesco a mettere le mie due bimbe (2 e 5 anni) a nanna alle 20,30. Le mie amiche trasudano invidia da tutti i pori ed ho deciso di spiegarvi che “metodo” utilizzo.

Magari con i vostri bambini non funziona, ma sono dell’idea che quando una mamma riesce a concludere qualcosa di buono lo debba al più presto mettere a disposizione delle altre mamme.

Abituata a non vedere le mie figlie a letto prima delle 22 – 22,30, mi sono stupita da sola di questa nuova abitudine che sto insegnando loro. Devo dire che le ho sempre fatte stare alzate un pochino di più in modo che potessero vedere la faccia del papà, che di solito rientra dal lavoro piuttosto tardi. Però nel momento in cui lui si sedeva a tavola (21,30 circa), le pestifere si rianimavano e credevano di essere tornate indietro con l’orologio all’ora di cena e che quindi fosse valido fare qualsiasi cosa. Ora il papino le vedrà meno, ma le mie bimbe dormono sonni tranquilli e recuperano il sonno perso negli ultimi anni…e io e mio marito possiamo anche permetterci di guardare un film!

Tornando a casa dopo una giornata lavorativa siamo tutti stanchi, ma si devono affrontare immediatamente i fornelli per mettere su la cena, poi c’è il momento del pre-nanna, che può essere un cartone animato o un gioco e poi la parte più dura: convincere i figli ad andare a dormire, nonostante siano stanchissimi.

Venendo al dunque,  il “metodo” che sto usando è questo: dopo cena, cioè verso le 20, io e le mie bimbe andiamo in camera, tenendo chiusa la porta e spenta la luce del salotto (camera delle “perdizioni”, dove regna la televisione!) e, visto che ora diventa buio presto e che le piccole non sanno ancora leggere l’ora, dico che inizia ad essere tardi e che i bimbi stanno andando a fare la nanna, infatti nelle case vicino non si sentono molti rumori. Nel caso in cui chiedessero un cartone animato rispondo che purtroppo la televisione è rotta e che papà la aggiusterà nel fine settimana, ma non lo chiedono neanche più, perchè preferiscono stare con me a giocare.

Spengo le luci di tutte le altre stanze e mi sono resa conto che se vedono le luci spente per loro è come se certe stanze non esistessero proprio! Abbasso un pochino quella della loro camera e giochiamo (giochi tranquilli) o leggiamo dei libri. Poi mettiamo il pigiamino, laviamo i denti e alle 20,30 sono nei loro lettini. Porto ancora il latte nel biberon alla piccola e una tazzina di latte alla grande. Leggiamo un’ultima storia e poi spengo, lasciando una lucina accesa.

La più piccola tarda ancora un quarto d’ora a dormire e magari le lascio qualche libro nel lettino, ma la grande è talmente stanca che crolla. Anche perchè dopo la scuola materna frequenta danza o va in piscina, oppure al parco e quindi si è scaricata abbastanza!

Credo che più tardi si faccia e più i bambini si innervosiscano e meno voglia abbiano di andare a dormire. Lo so che se li mettiamo davanti alla tv ci starebbero tutta la notte, ma stà a noi cercare di creare l’atmosfera giusta e condurli dolcemente verso il sonno.

Questo discorso – direte voi – può valere per bambini di una certa età, probabilmente quelli più grandi non sono così facilmente “contenibili”, ma con gli orari delle elementari e la fatica psicofisica che fanno durante le loro giornate accumulano una stanchezza enorme anche loro!

Mi capitava spesso di avere altre cose da fare e di dar loro la precedenza, anche per “staccare” un po’, così mettevo le mie bimbe davanti ad un cartone animato mezz’ora/un’oretta per poi lottare per non fargliene vedere un altro. Ora mi dedico completamente a loro e metto a posto tutto il resto nonappena dormono!

Vi assicuro che la mia bimba grande alle 7,30 del mattino fa addirittura fatica a svegliarsi, quindi significa che le ore di sonno continuano a non essere abbastanza. La piccola, invece, si alza da sola verso le 7 perchè ha fame!

Per svegliare bene e con allegria la grande (che ha un risveglio molto difficile) metto la musica per bambini, in modo da farla divertire e ridere.

Fatemi sapere se avete altri metodi per mettere i vostri bambini a dormire presto, non si sa mai abbastanza!

21 Commenti

  1. ciao carissima, bhè devo dire che ieri sera (dopo che ci siamo sentite per telefono) anch’io ho pensato di metterli a letto prima. Alle nove, pigiamino e lettino leggendo loro una storiella…Ha funzionato!!! alle 21,30 erano già addormentati (di solito il piccolo prima delle 22,30 non si addormentava) e con mia grande sorpresa si sono svegliati alle 8 di mattina (io che temevo di essere chiamata già alle sei!) Sono molto stanchi effettivamente per tutto il movimento che fanno e anche penso per il cambio di stagione, per cui un pò più di sonno è l’ideale. Stasera ci riprovo….speriamo che sul più bello non arrivi papino a “risvegliarle” come dici tu. Tanto, tardi per tardi, speriamo che lui tardi ancora un pò! baci8! cri

  2. Carissima Giuliana, i suggerimenti sono buoni ma, e credimi che non lo scrivo per fare polemica ma soltanto per raccontare la mia testimonianza, sono anche relativi al bimbo di cui si dispone.
    Mi spiego meglio: ho adottato per circa quattro anni e mezzo questi accorgimenti perchè sono logici ma senza alcun risultato. Mio figlio, oltre ad aver sofferto d’insonnia cronica per circa 3 anni e mezzo alla sera non chiudeva occhio prima delle 23/23-30
    Il motivo? Non aveva sonno, mai. E per mai intendo dire proprio mai. E quindi non c’era cerimonia d’addormentamento che tenesse. Quindi, da solo nel lettino, iniziava a piangere e ad urlare che lui non aveva sonno ( considera che teoricamente doveva essere sfinito perchè di giorno si sfiancava con tutte le attività motorie possibili ed immaginabili). Se, presa dallo sfinimento, lo accontentavo e mi mettevo seduta vicino a lui al buio lui comunque non si addormentava, mai.
    Poi il miracolo, improvvisamente, senza apparente motivo… E’stato un processo graduale, che non ha per niente coinciso con l’inizio della scuola o la frequentazione di piscina et simili. Un miracolo, non so come altro definirlo: ha iniziato ad aver sonno. Dapprima chiudeva occhio alle 22,00 poi è arrivato pian piano ad addormentarsi alle 9/9-30. Oggi, che ha cinque anni e mezzo, la sera alle 8,30 già sbadiglia e addirittura mi dice che ha sonno.
    Alle 9,00 di sera al massimo ronfa nel suo lettino.
    L’incongruenza, o forse la spiegazione di tutto, è che era uno di quei bambini che non si fermavano mai ( e occhio, che per mai intendo davvero mai. non è la tipica esagerazione delle mamme stanche, ma un oggettiva realtà. sto ancora cercando qualcuno che mi porti davanti un esemplare, maschile o femminile che sia, in grado di eguagliare l’ipercinetica dei sui tempi d’oro)mentre ora è ancora vivace, ma non sfrenato come un tempo.
    Perciò,invito tutte quelle che passeranno per questo blog a far tesoro dei consigli di Giuliana qualora non avessero mai sperimentato queste semplicissime regole.
    A tutte le altre, quelle che hanno partorito esserini indistruttibili, incorruttibili, instancabili cronicamente allergici al sonno, alle regole e al sacrosanto riposo posso dire, sperando che sia di conforto, che i miracoli accadono.
    Magari tardano un pò a verificarsi ma prima o poi si fanno vivi. Nel frattempo, giusto per favorire il lieto evento, comportatevi come suggerisce Giuliana.
    A molte va bene al primo tentativo, ad altre occorrono settimane o mesi. Sono poche le sfigate come me che devono attendere ben cinque anni!
    Buona giornata a tutti i visitatori e un bacio enorme per Giuliana

  3. Brava Giuliana. Devo dire che anch’io non ho problemi a farli addormentare, ma forse perchè da quando erano neonati mi sono data delle regole, magari non rigidissime, ma costanti. Una delle cose che faccio rispetto al tuo metodo è niente fiaba della buonanotte nel lettino. Entriamo nella stanzetta già al buio e magari scambiamo due parole già sotto le coperte. Ho apura che poi una fiaba chiami l’altra e poi si sveglino. Quindi i libri sì, ma in salotto, poi denti, pigiamino e letto. Se sono ancora svegli dopo qualche minuto dico che vado a lavere i denti e poi vengo a vederli. Di solito funziona.

  4. io ho un bimbo di quasi tre anni e devo dire tra fortuna e metodo di rigore ha sempre dormito nella sua camera da subito e nanna alle 20.30 da moltissimo tempo. Adesso che poi ha iniziato la materna l’orario è ideale senza ulteriore stress per lui e per noi.
    Noi adottiamo il sistema senza lucine in camera, senza musica, senza latte, una o due fiabe e poi tanta nanna nel suo letto nella sua camera. Funziona moltissimo l’atmosfera che si ha prenanna,.. luce soffisa in tutta la casa, abbassiamo il tono di voce e ci prepariamo con tanta calma al meraviglioso sonno/riposo.

  5. noi facciamo così dall’inizio con il topo e non abbiamo mai avutoproblemi o ritardi nell’addormentamento. nemmeno ora che fra sorellina e materna è stato parecchio sconvolto, trattasi di abitdine talmente consolidata che non l’ha mai messa in discussione.

    non sono d’accordo invece sul dire bugie ai bambini, la tv è rotta?!??! e perchè mai? la tv ora non si guarda perchè giochiamo insieme e non ce n’è bisogno.
    pensa che delusione se dovesse svegliarsi poco dopo e ti trovasse a guardarla……sì che le hai detto che papà l’aggiusta ma……….son mica scemi!

  6. Ciao MY, mi fa piacere che tu abbia letto attentamente il mio post e che tu non abbia problemi con i tuoi bimbi!
    Il pezzo de “la tv è rotta” era ironico. Stamattina, per esempio, la mia bimba di 5 anni mi ha chiesto se stasera avremmo potuto guardare un cartone e le ho spiegato che si guardano solo nel fine settimana, quando il giorno dopo non si va a scuola, altrimenti diventa troppo tardi. E lei “…e un Pingu?” (che dura 5 minuti) … vedremo! Il fatto è che un cartone tira l’altro e poi se spegni diventano nervosette. Invece se non l’accendiamo per niente credo sia tutto più semplice….poi ci divertiamo tanto a giocare insieme prima della nanna, perchè inebetirsi davanti alla tv??
    A presto MY e un abbraccio a te e ai tuoi bimbi.

  7. Ciao a tutte, non so se vi ricordate di me, ogni tanto ricompaio
    miracolosamente anche se vi leggo ogni giorno.
    Sono mamma di Emma 2 anni nei prossimi giorni ed alla 17a settimana
    di un nuovo frugolo ( il fatto di aver scoperto che è maschio
    mi ha lasciata un pò stordita visto che ho sempre pensato che
    avrei sfornato femmine) volevo anch’io riportare la mia esperienza
    “nanna”. Emma è sempre stata una bimba che è andata a letto
    abbastanza presto ed io ho cercato in ogni modo di non farle
    perdere questa abitudine a costo di sentirmi dire di essere
    rigida e “tedesca”. Ora poi che il buio arriva presto è più facile
    dirle che tutti i giochi e i libri sono stanchi e vanno a letto
    poi lavaggio, pigiamino, denti e promessa del ciuccio. va in braccio
    al papà che la coccola a luci soffuse e tele a basso volume
    ancora in zona giorno mentre io sistemo il bagno lasciato nel caos.
    Poi tocca a me riprenderla in braccio, a volte si addormenta già così
    altre volte salutiamo il papà e andiamo di sopra, sempre luci
    tenue e voce ridotta ad un sussurro la lascio nel suo lettino.
    dopo averle augurato la buona notte. Sinora questo metodo ha funzionato
    a volte, per fortuna poche, piagnucolava e quindi si ricominciava
    la serie di coccole, spero di essere altrettanto fortunata con
    il nuovo arrivato o che comunque la nuova presenza non crei a
    Emma particolari disagi.

  8. Ciao Lory, come stai???? Complimenti per il futuro maschietto!!!
    Certo che mi ricordo di te e Emma, mi ricordo benissimo!!! Adesso va al nido? Le hai già detto del fratellino? Torna a trovarci e continua a leggerci. Un bacio grande.

  9. Grazie dell’accoglienza…mi fa piacere che ti ricordi di
    questa mamma sempre confusa e in paranoia…si Emma ha comiciato
    il nido è una sezione “speciale” solo per bimbi dai 2 ai 3 anni,
    all’inizio l’inserimento è stato facilissimo poi più passavano
    i giorni più lei piangeva…mi è venuto un colpo…non riconoscevo
    più mia figlia, lei così solare e bendisposta verso altri bimbi
    improvvisamente incupita, per non parlare del cibo e dei parlottamenti
    e strilla notturne…mi sono chiesta se non fosse il caso di
    ritirarla…poi ho parlato con le educatrici e mi hanno rassicurata.
    proprio stamattina l’ho riportata, dopo un’assenza di una settimana,
    per il classico raffreddore, ha piagnucolato ma mi è sembrata
    meno scossa…speriamo…faccio tutto questo anche in vista
    del nuovo arrivo previsto per metà marzo…non vorrei mai che
    Emma si sentisse estromessa causa fratellino.
    E si in un certo senso le abbiamo detto che arriverà un fratellino,
    ormai anche lei dice che HA già un fratello…solo che si è
    incaponita e continua a chiamarlo AVIDE…se Davide è un nome
    che le piace vedremo di accontentarla…io intanto vengo
    presa da mille paure e come al solito non ricordo più cosa
    facevo con lei i primi tempi. Ogni tanto rileggo il tuo post
    sulla seconda gravidanda: è proprio sfortunella…non ci si
    ricorda neppiure di essere incinta con tutte le cose che si
    hanno da fare con un altro bimbo piccolo. Un bacio a te

  10. Ciao Lory, stai tranquilla, il rapporto bimbo-nido o bimbo-materna è sempre delicato! Pensa che è il posto migliore dove potrebbe stare: con coetanei, gioca e si diverte.
    Poi sai benissimo che, se vuoi, c’è una sfilza di miei vecchi post sull’argomento, idem sulla nascita del fratellino!
    Mi hai portato indietro nel tempo, che bei momenti…chissà che prima o poi non ci venga davvero voglia del terzo!? …. a presto.

  11. mi trovi d’accordo sulla questione tv. Non penso che sia un male di per sè stessa, ma è troppo facile poi sostituirla a qualsiasi altra attività!
    però pingu sai che l’ho bannato???? il topo ha imparato le peggio cose e le fa 1000 volte al giorno! (tipo saltare sui letti, tirare la tovaglia a tavola con tutte le stoviglie sopra, sputare!!!!)

    lo odio!

  12. Complimenti, mi sembra un ottimo metodo 🙂
    Forse l’unico argomento che non userei è che la televisione è rotta e che papà la aggiusterà nel fine settimana, essendo una piccola bugia se la scoprono perdi credibilità, io di solito dico che anche i cartoni animati quando fa buio vanno a nanna (i miei figli hanno 4 e 5 anni), per me le 20.30 massimo massimo le 21,00 adesso che sono un pochino più grandi sono l’ora massima, tranne nei casi eccezionali in cui si vada fuori a cena o ci siano degli invitati (e chiarisco loro che è in via eccezionale e ormai lo sanno che quando dico così è una cosa eccezionale davvero quindi il giorno dopo si torna alla routine senza problemi…)

  13. Brava! condivido in pieno! Mi trovi d’accordo specie sul punto in cui dici di dar precedenza alle bimbe piuttosto che alle faccende domestiche. Il mio bimbo di 11 mesi è abbastanza nottambulo, non dorme quasi mai prima delle 22.30-23.00, ma spesso verso le 18.00 si fa un pisolino di un paio d’ore, quindi la sera è vivace e poco stanco. Sia io che il mio compagno evitiamo di accendere la tv (non la guardavamo molto nemmeno prima che arrivasse il bimbo), stiamo spesso in un ambiente dalle luci soffuse (sarebbe bello tornare un po’ + ai ritmi naturali e non stare con e luci forti accese fino a sera tardi), e spesso ci mettiamo a giocare con lui sul soppalco dove dormiamo. Si addormenta serenamente dopo un po’ di gioco e coccole e poi se proprio devo posso dedicarmi al resto delle faccende… Lavoro, sono incinta di 8 mesi e di cose da fare nella giornata ce ne sono tante, ma il tempo per la mia famiglia è sempre quello che ha la precedenza ed è quello speso meglio. Buona giornata! Sarah

  14. siete fortunati io ho un problrma e non so come fare, ho una bimba di 2 anni che vuole dormire nell lettone con mamma e papa e non va a dormire sola devo mettermi vicino a lei finche non si addormenta e capita spesso che mi addormento anche io. non so come fare visto che dormiamo nella stessa stanza non avendo una cameretta sua si e abituata a dormire con noi e adesso non so come fare io e mio marito non abbiamo neanche un intimita per via della nostra situazione. datemi un aiuto per far si che dorme di nuovo nell suo letto come faceva prima. grazie

    • Ciao Marie Claire, benvenuta nel nostro blog!
      In effetti, dormendo tutti nella stessa stanza, immagino che la privacy tra te e tuo marito sia decisamente diminuita. Ma non mi hai detto se l’esigenza della tua bambina di dormire con te è iniziata da molto, se in seguito a qualche cambiamento o se c’è comuqnue stato un motivo.
      Potresti iniziare a farla addormentare con te e poi rimetterla nel suo lettino, in modo che si svegli da sola, per poi gradualmente farla addormentare nel suo lettino. Dopotutto ci dormiva da sola già prima, no?
      Tienimi informata sui progressi e in bocca al lupo! A presto.

  15. CIAO SONO LA MAMMA DI mATTIA 13MESI DA QUALCHE GG NON VUOLE PIù DORMIRE NEL SUO LETTINO NELLA SUA CAMERETTA. VERSO LE 21 LO CULLO IN BRACCIO PER DIECI MINUTI, LO METTO NEL LETTINO E DOPO DUE ORE PIANGE E VUOLE VENIRE IN CAMERA CON NOI E VUOLE STARE SOLO IN BRACCIO A ME E NON AL PAPà.IO SONO INCINTA DI SETTE MESI E COMINCIA AD ESSERE PESANTE TENERLO TANTO IN BRACCIO .NON SO COME FARE….CIAO CIAO

  16. Ciao Elisa e benvenuta! Forse è solo una fase…Il mio consiglio è quello di non tornare indietro e di insistere a non perdere la “buona” abitudine, come quella di farlo dormire nel suo lettino. Oramai è “grandino” e puoi magari introdurre dei “riti” della “”buona notte, come leggergli un bel libro, stare con lui nella sua stanza fino a quando si addormenta, tenendogli la manina. Non al buio completo, ma con una piccola lucina, cantando anche una ninna nanna…Fammi sapere come va ed auguri per la tua seconda gravidanza! Un bacio

  17. la mia bambina di 7 anni la mando a letto alle ore 17.30 infatti noi mangiamo alle ore 17.00 dopo le faccio lavare i dentini e mettere il pigiamino alla fine si va a letto tutti in quanto sono una mamma vedova di mio marito che e morto quando mia figlia aveva 3 anni e da allora si va a letto alle 17.30 anche perche io sono senza lavoro e mia figlia si deve alzare presto per andare a scuola ed io alla ricerca del lavoro .. ho quasi 30 anni e non riesco a trovare un lavoro viviamo in una casa roulotte che ci ha dato un parente in quanto Non abbiamo molti soldi da spendere infatti i vestitini per mia figlia li vado a prendere nel cassonetti mangiamo solo 1 volta al giorno mia figlia dalle ore 8.00 alle ore 13 va a scuola poi la vado a prendere e dalle ore 13.30 facciamo i compiti e poi alle 17 si mangia quel poco che abbiamo .. e alle 17.30 si va a letto ..

  18. Elisa ma dove vivi? In che città? Il tuo coraggio è pazzesco!
    Non hai proprio nessuno a cui chiedere aiuto?
    Se vuoi sentirti meno sola qui sei la benvenuta!
    Quindi scrivici ancora, ci conto! Un forte abbraccio

  19. Ciao sono la mamma di Lorenzo un bimbo di 25 mesi..
    Qualche mese fa Lorenzo alle 21.30 saliva sul passeggino,beveva il biberon del latte e crollava ora invece passiamo notti terribili certe volte si addormenta alle 22.30 altre anche mezzanotte,sul passeggino non vuole può salirci ma vuole andare nel mio letto con il biberon e nonostante sia stanco si dispera chiedendo di vedere i cartoni animati e così finché non crolla dopo anche due ore..

    • Ciao Chiara, probabilmente ha più bisogno del contatto con la mamma, oppure sta crescendo e ha scoperto delle cose che gli piacciono di più…lo so che non è semplice resistere, ma i bambini hanno un’evoluzione diversa a seconda dell’ambiente che li circonda. Sono molto stimolati e magari vuole stare sveglio solo per stare di più con la sua famiglia!
      Rassicuralo e cerca di trovare di nuovo un modo per farlo avvicinare al momento della nanna seguendo delle abitudini che assecondino le sue necessità…ma anche le tue 🙂

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here