Influenza suina e patologie

2

Più passano i giorni e più patisco la mancanza di delicatezza dei giornalisti in certe situazioni.

E’ sempre la stessa storia, si comportano come quando cade un aereo e senti dire alla radio o al TG “Cento morti, ma nessun italiano“: il “per fortuna” hanno il buon senso di non dirlo ma lo lasciano intuire. Come se gli stranieri non fossero esseri umani!

Ora con l’influenza suina cambia l’argomento, ma il tono resta lo stesso “Ancora due morti, ma erano già affetti da altre patologie“, come se i poverini avessero già un piede nella fossa, già il destino segnato.

Ma cosa credono, che noi dopo quel MA tiriamo tutti insieme un bel sospiro di sollievo? Che non ci intristiamo e che non ci preoccupiamo più? Forse tanti lo faranno anche, ma chi come me ha una bambina già affetta da una patologia non si rilassa per niente, anzi, è un peso sempre maggiore ogni volta che sente una frase di quel tipo, tantopiù che non si sa se rientra nella categoria dei “vaccinabili”, oltre a non sapere se il vaccino potrebbe addirittura peggiorare la situazione.

Chiedo ai giornalisti: per favore togliete quel MA e se proprio dovete aggiungere una spiegazione sostituitelo con un PURTROPPO!

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here