X
    Categorie: AdozioneCONSIGLIFecondazioneGRAVIDANZAPaure di mammaRicerca della gravidanzaunamamma.it

Alla ricerca di una gravidanza. Quando un figlio non arriva.

Un commento di una nostra affezionata navigatrice, a seguito del post “Sono incinta. Test di gravidanza e dintorni” , mi ha molto colpito e mi ha fatto capire che sono davvero tante le aspiranti mamme che seguono questo blog.

Donne che provano le stesse emozioni, che hanno le stesse speranze e che meritano uno spazio dedicato a loro, dove possano raccontare la loro esperienza e lanciare un messaggio di solidarietà a chi sta vivendo questo momento.

Ho deciso, quindi, di riportare il commento di Aurora, in modo da creare una sezione per chi ha un forte desiderio di maternità, oramai (purtroppo) diventato un pensiero fisso.

“Non ricordo più com’ero all’inizio del mio matrimonio, quando non pensavo minimamente ad avere un figlio.

Com’ero? Spensierata, felice, convinta di avere tutto ciò di cui avevo bisogno. Ricordo che mi piaceva essere carina per mio marito: mettevo il profumo che a lui piaceva tanto, un filo di trucco, accendevo le candele, mettevo la musica e facevamo l’amore!

Perchè è tutto cambiato? Quando abbiamo deciso che era il momento giusto, che potevamo iniziare a pensare di mettere al mondo un figlio tutto sembrava così eccitante e bello! Eravamo convinti che non ci sarebbero stati problemi, che il bimbo sarebbe arrivato presto, ma il tempo è cominciato a passare: prima i mesi, poi gli anni e quante cose sono  successe fino ad oggi!

Visite mediche, esami, viaggi della speranza in luoghi di preghiera, abbiamo provato tutti i metodi possibili ed immaginabili: stick, temperatura basale, monitoraggi dell’ovulazione e il  sesso è diventato meccanico, tecnico … non è piu amore!

Quanta frustrazione, quanto dolore, quanti pianti!

Poi ci sono parenti e amici che dicono di non preoccuparsi, che prima o poi arriverà, oppure “se ci pensi in continuazione non arriverà mai“, che raccontano storie di loro conoscenti che dopo tanto tempo sono riusciti finalmente a diventare genitori, lo so che lo fanno per incoraggiarci, a fin di bene, ma io non ho ancora tra le braccia mio figlio e nessuno sa dirmi perchè.

Quante giornate passate a sognare come sarebbe avere un bimbo, coccolarlo e stringerlo a me, immaginare il suo visino, chiedersi a chi assomiglierà di più e intanto il cuore si fa più pesante, inizi a perdere le speranze e cerchi di convincerti che non ti interessa più, perchè è troppo doloroso, ma la verità è che in fondo al cuore ti senti già mamma, mamma di un figlio che non c’è ed è per questo che continui a sperare che chissà, forse un giorno … !”

La nostra amica è riuscita a farci vivere il faticoso percorso che sta affrontando, partendo da quando pensava che “tanto c´è tempo per avere dei figli” fino ad arrivare al fastidio che si prova alla vista delle donne col pancione.

Ma quando diventa una questione di principio al punto di prendere un appuntamento con il partner per “mettersi all’opera” nel picco ovulatorio, quando ogni mese si vive con ansia l´arrivo del ciclo sperando in un ritardo e pensando che finalmente sia il mese giusto. Se ci si sente colpevoli e si teme di non essere più amate dal proprio compagno, allora si sta davvero esagerando: non può diventare un lavoro!

Poi c’è chi si rassegna e se ne fa una ragione ricominciando la propria vita, cercando dei passatempo per non pensarci, finchè un giorno le mestruazioni non arrivano e … chissà, sarà lo stress  o il cambio di stagione, oppure …. finalmente un bambino!!!???

Spesso sono la prima a consigliare a chi cerca una gravidanza senza risultati di non farlo diventare una fissazione, che è tutta “una questione di testa”! Ma so benissimo che queste  parole non servono a risolvere nulla. Credo sia importante non perdere mai la speranza e magari approfittare della rete per sfogarsi e confrontarsi con altre donne che stanno vivendo la stessa situazione.

In becco alla cicogna!

Leggi i Commenti (1378)

  • Scusate sono nuova ma perche le conversazioni risalgono quasi tutte al2011?dove siete finite tutte?e paola?mi aveva colpito la sua storia

    • Ciao Paola e benvenuta. In effetti nel 2012 il blog aveva cambiato piattaforma e per riallinearsi con tutta la formattazione dei post e le immagini siamo state non connesse per vari mesi, il che purtroppo mi ha fatto perdere buona parte delle aspiranti mamme o neomamme che mi seguivano quotidianamente. Sono cosa che capitano! :(
      Ma per fortuna le più "affezionate", come Paola, sono sempre in contatto con me, in forma privata, perchè alcune non hanno più voglia di "esporsi" e rispetto la loro decisione, anche se va a discapito dell'affluenza di utenti sul blog. L'importante è che le "mie" mamme stiano bene e se ogni tanto hanno voglia di raccontarmi qualcosa o di commentare qualche mio post mi fa piacere. So che leggono sempre tutto, anche se non scrivono granchè. Voglio bene a tutte lo stesso :)

  • Avevo trovato l'amore e avevamo deciso finnda quasi subito di avere un bambino.
    Pensavo di avere tutto ciò che si poteva desiderare, un buon lavoro, l'uomo dei miei sogni, un futuro sereno e pieno di cose belle.
    Purtroppo la mia endometriosi ha deciso per noi. Abbiamo fatto 2 tentativi di inseminazione, 1 di icsi finito male (nessun ovocita prelevato si é fecondato)..
    Tante speranze che si scomponevano, e la mia vita andava a pezzi.
    Il mio amore si é allontanato da me, non c'e stata quella proposta di matrimonio che doveva esserci, ha iniziato a non confidarsi piu con me, lo sentivo lontano, e mi sentivo tanto triste e tanto in colpa.
    Questo bambino sembrava tanto reale anche se non esiste.
    Ci siamo rivolti a una clinica per ovodonazione in spagna, unica possibilità per noi di avere un figlio.
    Il colpo di scena è stato che lui ha messo un limite sulla continuazione del progetto: coinvolgere la sua famiglia su questa nostra cosa, sul mio problema.
    Io non ce l ho fatta, io bisogno di sentirmi come le altre donne e madri, non sentirmi trattata e guardata diversamente, non sentire che la gente seleziona le frasi opportune da dire o non dire. Non avrei mai potuto superare la shock del senso di colpa per la mia sterilitá pubblicandola.
    Ho chiesto di parlare con uno psicologo di coppia, mi è stato negato fino a tempi recenti. Devo ammettervi che sono andata fuori di testa, chiusa nel mio dolore solitario, a oiangere quando ero sola, a vedere pance ovunque, a non voler uscire perchè mi sento fragile e posso soffrire facilmente per tante cose che posso vedere, meglio evitare e chiudermi, sempre di più.
    Alla fine il mio compagno si è convinto a venire dalla terapista di coppia, dopo mesi che assumevo psicofarmaci e la mia stabilitá emotiva era sempre piu difficile.
    Lui sempre piu distante, fuggiva ad ogni discussione ed è arrivato a dirmi che progettare un figlio con me è stata l esperienza piu brutta della sua vita, che non é piu sicuro del nostro rapporto, che non sa piu cosa vuole da me.
    La storia è finita e sono rimasta sola, col mio sogno.
    Sto continuando la terapia e piano piano cerco di stare meglio.
    Ho deciso di provare con un'embriodonazione, presso lamclinica medimall di atene.
    Avrò un figlio da single.
    Dall'amore col mio uomo sono uscita traumatizzata e non credo che potrò mai avere un altro compagno.
    Tuttavia sento che ho tanto amore da dare e sento forse il desiderio di dare una vita.
    Non era il sogno della mia vita avete un bimbo senza l'uomo che sembrava il ritratto di ciò che ho sempre aspettato, ma sarà un sogno diverso.
    Spero che andrá tutto bene anche perché ho finito i miei soldi, e con quest'ultimo tentativo non avrò piu niente.
    Mi sento alle soglie di qualcosa di speciale che mi scoppierà nel cuore, a cui darò tutta me stessa.
    Grazie per lo spazio di sfogo, per me è tanto difficile.

    • Cara Sognatrice, il tuo racconto mi ha colpito. Sei stata coraggiosa a scrivere quello che hai passato. Ti ringrazio per questa tua scelta, perchè in questo modo sei di aiuto a tante donne che come te hanno un sogno e che magari in questo momento stanno vivendo il dolore che hai provato tu nei momenti peggiori.
      le ultime frasi che hai scritto fanno capire che stai uscendo da un tunnel di ricerca non solo di un figlio ma anche di tenere stretta a te una persona che non ha la tua forza. Fai bene a continuare da sola e, magari, più avanti sarai anche disponibile ad aprire il tuo cuore ad un altro uomo.
      Si legge da quello che scrivi che hai tanto amore da dare e sono sicura che troverai la persona su cui indirizzarlo, che sia un bambino o un adulto.
      Ho seguito, rincuorato e gioito con tante donne come te, che dopo un periodo in cui non ci pensavano più hanno avuto la sorpresa di aspettare un figlio, ma che hanno trascorso anni di tristezza infinita. Vedrai che senza accanirsi nella ricerca e pensando positivo non dico che succederà un miracolo, ma senz'altro ti aiuterà a vivere meglio.
      Tienici informate, un abbraccio forte e a presto.
      Una mamma

  • Mi vergogno a dirvi del mio dolore....forse non sono degna di stare qui....mi sento in colpa verso quelle aspiranti mamme che cercano, sognano, disperatamente di realizzare il loro più grande sogno, ormai da tanto, troppo tempo...ma voglio comunque provarci...sperando di poter trovare la vostra comprensione ed un po' di compagnia e di speranza. Ho tre figli....sono diventata mamma a soli 21 anni....una bambina che, all'improvviso, stringe tra le braccia il suo bambino con le mani tremanti ed il cuore colmo d'emozione. ....passi incerti mi hanno poi, pian pianino, condotta alla maturità ed ecco che la vita ha voluto farmi altri due meravigliosi doni....oggi tre splendide creature allietano la mia casa...tre maschi rumorosi e pieni di grinta ed energia mi tolgono il fiato e colorano la mia esistenza. Amo mio marito dal lontano 1998...quasi vent'anni insieme....gli anni più belli....quelli che mi hanno portato alla felicità. Siamo appassionati io e lui...lui di me ed io di lui.....ci amiamo come il primo giorno e tra un bacio, un rimprovero ed una lite culminante in un abbraccio passano i nostri frenetici giorni....il lavoro è tanto ed il tempo per stare insieme davvero poco. Il peso degli anni inizia a farsi sentire e, alla soglia dei quarant'anni nel nostro cuore ecco far capolino l'idea di rivedere il nostro amore in una culla, magari stavolta vestito di rosa. Romantici, abbiamo allora cominciato a sognare.....la sera nel nostro letto, stretti l'uno all'altra, da ormai tre lunghi interminabili e dolorosi anni, immaginiamo i suoi piedini....le sue manine.... Immaginiamo di sentire ancora...solo una volta ancora... quell'inebriante profumo di talco e quel soffio leggero sul nostro viso...il respiro dell'amore...il respiro di Dio. Non abbiamo fatto controlli...io mi sono sottoposta solo ad un'ecografia per valutare stato di utero ed ovaie e tutto sembrerebbe essere nella norma. Ci sentiamo sciocchi...folli....abbiamo paura di essere troppo egoisti....di volere troppo.....e chiediamo a Dio che sia fatta la Sua volontà.....chiediamo a Dio che sia data...se Lui lo vuole... quest'opportunità ad una coppia senza figli prima di noi....che già abbiamo conosciuto questa grande gioia. Auguri a tutti voi...di vero cuore. Non smetterò di pregare. Agnese.

    • Agnese, perchè dovresti vergognarti? Anzi, la voglia di avere dei figli è la cosa più ammirabile al mondo. Capisco che tu stia male nell'attesa e che ti senta in colpa verso chi di figli non riesce ad averne neppure uno, però se la tua nascerà non vorrà dire che non ne possano nascere nello stesso momento altre od altri proprio a chi li desiderava tanto. Sei una donna e una mamma con un grande cuore e mi ha fatto tanto piacere leggere quanto hai scritto e hai voluto raccontarci. In bocca al lupo e un abbraccio alla tua bella famiglia.

  • Grazie mille per la tua risposta. Sono felice che qualcuno sappia leggere nel mio cuore la gioia grande di essere mamma. Un abbraccio. Agnese.

  • Salve ragazze vi scrivo perchè aimè la depressione, l'insoddisfazione e la tristezza mi assalgono oggi più che mai ,mi chiamo Sara ho 30 anni ...quasi 31 a settembre e da 1 anno e 4 mesi cerco un bimbo con mio marito ...c'è da dire che lui a maggio è stato operato di varicocele perchè nonostante lo spermiogramma desse ottimi numeri a livello di quantità, la mobilità era bassa e l'urologo aveva escluso la possibilità di avere figli in quelle condizioni , ad oggi dopo due mesi dall'intervento ancora un ciufolo di niente e domani andrò da un ginecologo esperto di infertilità mi farò visitare e vedremo...comunque sembra una congiura ,amiche che non vogliono figli restano incinte così come per magia ed io che lo vorrei così tanto NIENTE!!!!E sto malissimo....fortunatamente questa depressione mi passa dopo un po ma cavoli che magone che ho in questo momento e sfogarmi qui un pochino mi aiuta, vi auguro una felice giornata

  • Ciao a tutte tra alti e bassi sto combattendo da 3anni per avere un 2bambino anche a me dicono di non pensarci di non fissarlo se no non arriva...ma come si fa?quando intorno a me vedo persone che non lo cercano e subito dopo le vedi incinte.quanti pianti e quanti dolori....da 1anno soffro di tiroide ho anche il ciclo irregolare mio marito ha fatto lo spspermiogramma è nella norma mio ginecologo mi ha detto di fare la fivet per il fatto dell'età(io36 e lui41).....aspettiamo....

    • Ciao Patty, fare la fivet perché? Solo per l'età mi pare precipitoso! Hai fatto tutti gli esami per verificare che, ciclo irregolare a parte, tu non abbia problemi di infertilità? Com'era andata con la prima gravidanza? Ci avevi messo molto a rimanere incinta?
      Se leggi i post scritti dalle mie followers di quanto patimento subito prima di essere finalmente in attesa capirai che la tua situazione non è unica, ma che ci sono tantissime altre donne come te. Fatti un bel giretto sul blog e vedrai... poi hanno tutte raggiunto quello che cercavano! Un abbraccio e a presto.

  • Ciao ragazze io sono nuova leggendo quello ke scrivete mi rattrista di più xké so quello ke state passando io ho 28 anni e sono in anno e mezzo ke io e mio marito stiamo cercando di avere un figlio ho fatto la visita ginecologica e dice ke è tt apposto ma mio figlio ancora non arriva ora sto perdendola speranza e penso ke non arriverà mai non è ho figlio ma mi manka.sono molto ma molto giù di morale

    • Ciao Veronica!!! non abbatterti!!!
      io sono una di quelle che ci ha messo due anni e mezzo per avere il primo pupo!!!
      Vedrai che se spieghi al ginecologo della situazione, visto che sei arrivata già ad un anno e mezzo di ricerca, dovrà consigliarti dei nuovi esami più approfonditi!
      Ora comincia il vero iter!!! Forza e coraggio e non mollare mai! se nel tuo cuore ti senti mamma, allora lo diventerai!
      un abbraccio!

  • Buonasera a tutte, come tutte noi sono alla Disperata ricerca della cicogna che non arriva!! Sono 15 mesi che ci proviamo, fatti esami sia io che il mio compagno e sono tutti apposto!! La ginecologa mi ha fatto prendere il monitor Persona, inizierò ad usarlo da questo mese (anche se ho un ciclo da orologio svizzero)!! Ogni mese mi illudo che le rosse non arrivino ed invece :(!! La mia più cara amica ha avuto il suo primo figlio a luglio, durante la sua gravidanza ho sperato più che mai che una gioia simile potesse capitare anche a me, lo volevo e lo voglio con tutto il mio cuore, mi sento in colpa alle volte perché sì.. sono invidiosa della sua vita che ora trovo perfetta, completa!! Quando la vedo che allatta il suo bambino, che lo cambia, che gli parla.. giuro, mi costa dirlo, ma soffro molto!! Tutto questo ha fatto in modo che in qualche modo io mi sia diciamo allontanata, fatico ad aprirmi con lei, fatico ad aprirmi con tutti perché la frase "eh ma non ci devi pensare" la
    Odio!! Vorrei tanto non pensarci ma come faccio? Esiste una ricetta? Sono molto molto giù, ho 30 anni.. vedo intorno a me solo pance, bimbi, pannolini..

    Scusate lo sfogo, auguro a tutti che arrivi presto la cicogna!!

  • Ciao a tutte nuova e triste il mio mondo a pezzi.un anno fa intrapresi il percorso di PMA finito in modo catastrofico con la formazione di un tecoma ovarico di 20 cm di conseguenza operazione è perdita di un ovaio e tuba .ora devo prendere la pillola perché l'unico frammento dell'altro ovaio che è rimasto più sta a riposo e meglio è.il sogno di diventare madre è andato in mille pezzi e con lui la mia anima...

    • Carissima Giò, ma i dottori cosa dicono? Come puoi vedere dal post e dai suoi commenti qui c'è una comunità che capisce la tua disperazione...
      Ti siamo tutte vicino e ti abbracciamo forte. Non disperare e se vuoi sfogarti noi siamo qui.
      Un bacione