Capricci estivi dei bambini e delle mamme

2

A parte la genialità della sottoscritta che, per non appesantire il bagaglio della famiglia, ha deciso di non portare in vacanza il suo pc e si trova a scrivere post dall’iphone! (Speravo di poter prendere in prestito ogni tanto il pc di mio marito, ma lui, guardandomi con aria cattiva, mi risponde sempre “Io lavoro!” …va be’…)

La mia prima settimana di vacanza è trascorsa come se fossi una mamma single, per fortuna in compagnia delle mie vicine di sdraio, quasi tutte nella mia situazione: chi col marito via per lavoro e quindi mamma isterica allo sbaraglio, chi col marito che anche se c’è fa di tutto per non farsi notare e sparisce puntualmente nel momento del bisogno (categoria uomo invisibile o uomo ombra)!

Insomma, un gruppo di mamme femministe DOC intente a sparlare del genere maschile, sempre che non sia provvisto di super fisico per rifarsi un po’ gli occhi, ma questo è in altro discorso….! Anzi, trattiamolo subito: perchè i bagnini fisicati passano il tempo a mandare sms infischiandosene dei bambini che fanno il bagno e, soprattutto, delle povere mamme che passano casualmente sotto la loro postazione? Saremo fuori età massima?

Per far ancora più casino in acqua di quello che c’è già, quest’anno c’è la moda (nella nostra compagnia) del pesce gonfiabile per fare il bagno: tartarughe, foche, squali, delfini, orche..abbiamo invaso mezza spiaggia per la felicita’ dei vicini di sdraio. Ma la parte peggiore di questo inizio vacanza è stato trovarsi la più piccola della famiglia in piena crisi mistica, anzi direi “di astinenza” da ciuccio. Si, perché gli eroici nonni sono riusciti a farle perdere il vizio due settimane fa, ma io me la sono beccata nel periodo peggiore: la ricerca di un sostituto al ciuccio.

Abbiamo provato con gli attacca stacca, con i krapfen, gelati, giochi vari, ma non c’è niente da fare, esiste sempre un motivo per fare un capriccio. Arrivo a cuccarmi almeno 10 capricci al giorno. Mi sta sfinendo! Cerco di far finta di niente, non le do retta, la distraggo, ecc, ma incrocia sempre l’anima pia che (si facesse i cavoli suoi) va a consolarla così non c’è mai una fine…che fatica! Passeggiando tento di schivare tutti i distributori di palline, le macchinine che vanno a moneta, le giostre…è un’associazione a delinquere che mette alla prova i nervi e la pazienza dei genitori! Per fortuna passa la maggior parte del giorno a mollo e là il capriccio di riduce!

Ma secondo voi quante ore potrebbero passare i nostri figli in acqua se non li tirassimo fuori ogni tanto?

2 Commenti

  1. coraggio che sono appena iniziate, vedrai che con un po’ di tempo il mare le farà dimenticare il ciuccio. Non so se ti può consolare, ma Anna non è da meno, pur non essendo affatto in crisi da mancanza di ciuccio. Ogni giostrina, ogni distributore, trenino vacanziero, ogni cavolata è una vera e propria grana.
    Buone vacanze cara, divertitevi al mare!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here