X
    Categorie: EducazionePappa

Come convincere i bambini a mangiare e a stare a tavola

Tante mamme mi dicono di avere difficoltà nel rendere piacevole il momento del pasto, ma a tal proposito posso consigliare prima di tutto di non arrendersi e qualche “trucchetto” per divertire i vostri bambini a tavola.

So che tante mamme mi criticheranno per quanto sto per scrivere, ma quando i bambini non mangiano si inventa qualsiasi stratagemma per convincerli. Poi, pian pianino, eliminando le “distrazioni” una ad una, ormai avranno imparato a mangiare e a stare a tavola ed il gioco è fatto! Lo so che non ci vogliono distrazioni e devono essere consapevoli di cosa stanno mangiando, ma secondo me ci vuole sempre una buona via di mezzo, adoro i compromessi 🙂

Per far mangiare le prime pappe a mia figlia cantavo tante canzoncine. Il repertorio andava da “Ci son due coccodrilli ed un orangotango, due piccoli serpenti, un´aquila reale, un gatto, un topo e un elefante, non manca più nessuno, solo non si vedono i due leocorni!Mimando gli animali mentre cantavo e, sempre più difficile, imboccandola allo stesso tempo … mi sarebbe stato utile avere almeno una mano in più! Poi tante altre canzoni/filastrocche, anche inventate, bastava cantare e muoversi un po´ per attirare la sua attenzione e “gabbarla” inserendole il cucchiaino in bocca. Inventavo anche delle storie utilizzando qualche pupazzetto di gomma (preferibili a quelli di peluche, data la quantità di pappa volante!).

Ai bambini piace tanto fare pasticci con il cibo e io vi suggerirei di lasciarli fare per prendere confidenza: lo so che vi troverete con pavimenti imbrattati e vestiti impregnati di pappa, ma in questo modo i vostri bambini impareranno a poco a poco a mangiare da soli.

Per i più grandicelli il problema non diventa più farli mangiare, ma farli stare seduti a tavola e quindi consiglio di farli un po’ giocare mentre mangiano, facendo loro dei disegni per attirare la loro attenzione o leggendo dei libretti. Niente televisione per favore, quello no, mi oppongo!

Quando mia figlia aveva un anno e mezzo le ho comprato un seggiolino da attaccare alla sedia perchè non voleva più stare sul seggiolone, bensì stare seduta alla nostra altezza e a tavola: questo è stato di aiuto per invogliarla a mangiare senza fare tante storie. Quando ha compiuto due anni e non vuole venire a tavola perché sta facendo qualcosa di più interessante, la convincevo mettendo sul tavolo in bella vista il suo alimento preferito ed iniziando il pasto con quello, per poi passare al resto.

Ok, lo ammetto, nei momenti più disperati non nego di averla posizionata a tavola in modo da farle vedere (da lontano) i cartoni animati in Tv!

Non bisogna comunque forzare il bambino a mangiare. Spesso si divertono un mondo (soprattutto al 2° anno) a dire di no per affermare la propria personalità e più si costringono e meno mangiano. Una forzatura eccessiva della situazione può creare dei disturbi psicologici riguardo all’alimentazione nel bambino, che può finire per rifiutare tutto quello che gli viene proposto in modo violento. L’unica cosa da fare, quando i genitori “credono” che il loro bambino “non mangi niente“, è quella di eseguire dei controlli mensili del peso e dell’altezza e vedere il grafico di questi due parametri. Molto spesso i genitori dicono “mio figlio non mangia” ma, una volta pesato e misurato, è invece regolarissimo per l’età e a volte anche su fasce alte di accrescimento. Qualora invece vi sia una diminuzione effettiva dell’accrescimento non giustificata ed in grado considerevole, allora sarà il pediatra ad allertarsi e prescrivere accertamenti ed indagini appropriate.

Leggi i Commenti (34)

  • ciao a tutti sono una mamma che ha perso del totto la pazienza!non so piu come fare a far mangiare il mio baby' ho seguiti i 1000 vostri consigli:non funsionano.che faccio lo lascio morire di fame?