Come preparare il bambino alla scuola materna

4

In questi giorni ci sono tante nuove sfide da affrontare: il rientro dalle vacanze, l’inizio di un nuovo anno scolastico e per i più piccolini, la scuola materna!

Ed è con molto piacere che vi elenco qui di seguito alcuni punti suggeritemi dalla Dr.ssaLaura Tedde,  Neuropsicomotricista dell’età evolutiva, per affrontare con serenità l‘inserimento nella scuola materna:

1)   Fare un giro turistico della futura scuola e delle stesse maestre, per prendere confidenza con il nuovo ambiente.

2)  Preparare il bambino ad una frequenza costante e graduale per non creare un inserimento forzato ed affrettato.

3) Mostrare fermezza nel momento del distacco senza attardarsi troppo nei saluti, ma neanche fuggendo come ladre… Quindi non bisognerebbe farci vedere con le lacrime o con il magone, ma mostrarci contenti e non emotivamente troppo coinvolti.

4)  Mostrare piena fiducia nelle educatrici per trasmettere al piccolo un approccio positivo verso la capacità delle stesse insegnanti.

5)  Comunicargli che si è orgogliosi di lui, parlargli della magnifica avventura che andrà a vivere ed i nuovi amici  che andrà ad incontrare.

PS come ultimo consiglio: non delegare ai nonni l’inserimento… Perchè, senza togliere niente ai nostri fantastici nonnini, ci sono alcuni momenti della vita dei nostri figli che hanno bisogno della presenza dei genitori e l’inserimento è uno di questi!

E buona scuola materna a tutti!

4 Commenti

  1. Interessante l’intervento sulla 27 ora, il blog del Corriere, a proposito dell’inserimento alla scuola materna (http://27esimaora.corriere.it).
    Penso che la giornalista abbia in parte ragione, ma tuttavia ritengo che la ns. scuola mantenga certi tipi di eccellenze, che purtroppo stiamo perdendo in altri campi… Quindi ben venga l’inserimento all’italiana!

  2. Stavo leggendo questo post perche’ ho ancora un annetto di tempo…Andrea andra’ alla materna a settembre 2013…e volevo proprio sbirciare qualche consiglio…..grazie come sempre!

Rispondi a unamammabis Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here