Ma Babbo Natale esiste?

2

Manca meno di un mese a Natale! Non è ancora arrivato il ponte dell’Immacolata, giorno in cui si dovrebbe fare l’albero di Natale, e noi ce ne siamo fregate e ne abbiamo fatti ben due: uno piccolo e l’altro grande. Le bambine non vedevano l’ora e a dire la verità anch’io, così abbiamo messo la classica musica natalizia in sottofondo e via 🙂

Avete iniziato a fare le liste dei regali? Fate come me, che li compro durante l’anno, me li faccio impacchettare e a dicembre non so più cosa ci sia dentro? Oppure arriverete alla vigilia girando per negozi a comprare quello che capita? Ma quanto è bello, invece, osservare i bambini e vedere con che felicità attendono questo periodo. Sarebbe magnifico riuscire anche noi adulti a staccare completamente da tutte le grane quotidiane e tornare ad essere spensierati come loro.

I vostri figli credono a Babbo Natale oppure iniziano ad avere dei dubbi e a chiedervi “Mamma, ma Babbo Natale esiste?” Cosa fare? E’ il caso di svelare la verità? Io mi diverto così tanto a raccontare alle mie bambine dell’esistenza di creature fantastiche che saltuariamente girovagano per la nostra casa. Per esempio il topino dei denti, amico della fatina dei denti. A volte ho lasciato qualche euro e mi sono dimenticata di togliere il dentino da sotto al bicchiere: non sapete quanto ci siano rimaste male. E quante domande: come mai non l’ha preso? Cos’è successo? Al ché hanno anche iniziato a lasciare al topino qualche disegno, con le spiegazioni di cosa fare 🙂 E cosa dire della Befana? A quella, sinceramente, non ci ho mai creduto e credo neppure loro.

Poi inizia un periodo di confusione totale in tutte le famiglie: pranzi/cene/ritrovi/scambi di regali in anticipo. Come spiegare che i regali non arrivano tutti insieme? Forse perchè Babbo Natale non riesce a far tutto in una notte? Effettivamente, tenendo conto dei fusi orari e della rotazione della Terra, Babbo Natale avrebbe 31 ore a disposizione per parcheggiare, saltare fuori dalla slitta, scendere per il camino, mettere i regali sotto l’albero, mangiare e bere qualsiasi cosa sia stata lasciata. Un filo surreale!

Un suggerimento che vi do è ricordare ai nonni e parenti vari di non dire “Questo è mio regalo!”: i nipoti li ameranno ugualmente ed entreranno meno in confusione!

Mia figlia di 9 anni ci crede ancora nel modo più assoluto, ma un suo compagno di scuola le ha detto che secondo lui non esiste perchè ha visto i genitori mettere i regali sotto l’albero…..NOOOOOOOOOOO….mai farsi beccare!!! Però, ragionandoci un po’ ha concluso che il suo compagno ha detto così perchè è stato cattivo, non avrebbe ricevuto neanche un regalo e allora glieli hanno comprati i genitori per farlo contenti lo stesso! “Io non vi ho mai visti a te e papà con dei regali di Natale per me” … e certo, perchè siamo dei professionisti, non dei dilettanti qualsiasi. Avete capito che immaginazione hanno i bambini? Tutto pur di giustificare quello in cui credono!

Altro modo per salvare capre e cavoli potrebbe essere quello di scrivere una lettera, che verrà recapitata la notte di Natale insieme ai doni, nella quale si spiega che, dato che i bimbi son tanti e i bimbi piccoli non possono leggere mentre vostro figlio invece è capace e quindi può leggere questa lettera, dal prossimo Natale verranno delegati mamma e papà a prendere i doni per il loro bimbo sotto la Sua diretta supervisione e approvazione e alle condizioni che si sia stati bravi per tutto l’anno. Cosa ne pensate?

Ricordate come vivevamo l’attesa del Natale quando eravamo bambini? …la notte prima, le tradizioni, la famiglia unita, le emozioni, latte e biscotti per Babbo Natale che arriva dal camino/porta/balcone!

Per calarmi nel clima natalizio inizierò a guardare film come Mamma ho perso aereo, Il Grinch e cartoni animati come Canto di Natale di Topolino dall’opera più famosa di Dickens; Topolino strepitoso Natale, ma tornando all’argomento regali: come siamo messi a letterine? Sapete dove spedirla? Io prima di tutto la fotocopio e la distribuisco a parenti e amici, in modo di dare a tutti delle idee. Preparatevi a qualche delusione, visto che la festa crea tante aspettative: se non arriva proprio quello che speravano potrete rifarvi con le prossime occasioni Befana/compleanno, ecc!

Mio marito ha scritto una lettera a parenti e amici (che spesso si sfidano a chi trova la cosa più inutile ed ingombrante) con la semplice richiesta di contenere le misure dei regali, visto che nella camera delle bambine non ci si muove più...speriamo nella loro comprensione!!!

PS

Eventuale indirizzo dove spedire la letterina: Casa di Babbo Natale – Polo Nord Rovaniemi www.santaclausvillage.info/it/

2 Commenti

  1. I miei bambini sono piccoli e il più grande che ha 4 anni ci crede eccome! Anzi, noi tutto l’anno abiamo un elfo nascosto tra la siepe che guarda come ci comportiamo e annota tutto su un taccuino. A fine anno riporta tutti gli appunti a Babbo Natale e il simpatico omone panciuto, in base alle info riportate decide se meritiamo i regali o no! ;))
    (Che tocca fa per sopravvivere….:))

  2. Ciao Serena! Babbo Natale è una delle tradizioni più belle che ci sono…Ed anche se i miei due figli hanno scoperto che Babbo Natale non esiste, abbiamo fatto un patto e cioé che noi non smetteremo mai di crederci! Ciaooo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here