Micosi cutanee

Controlliamo la pelle del nostro bimbo tutto l’anno

0

Le micosi cutanee sono molto diffuse in estate, ma anche d’inverno possono diventare una brutta seccatura per i nostri bambini. Sebbene le infezioni da funghi tendano a esplodere nei mesi estivi, quelli invernali possono comunque rappresentare un rischio. Questo per via dell’umidità tipica di questa stagione, che poi emerge in tutta la sua forza in ambienti come le piscine.

Anche i neonati non scappano al rischio delle micosi della pelle: infezioni che possono prendere piede per colpa dell’arrossamento da pannolino. E la scuola materna? Un altro luogo dove le infezioni fungine come la micosi possono diffondersi davvero facilmente: un bimbo, infatti, non si fa pregare quando si tratta di mordicchiare qualsiasi giocattolo gli capiti a tiro. Anche i cappelli possono semplificare la vita ai funghi, dunque è importante prepararsi a dovere per riconoscere i sintomi tutto l’anno e capire quando arriva il momento di chiamare il medico.

Micosi e bimbi: quali sono le tipologie più comuni?

Non una, ma tante: le micosi che possono infastidire la pelle dei nostri bambini sono diverse ed è meglio parlare delle più diffuse, per conoscerle e per poterle quindi riconoscere. Intanto abbiamo la dermatite da pannolino: la tipologia tipica di micosi che compare in un bimbo. Qui però non si tratta di una semplice infiammazione, ma di una vera infezione: spesso porta alla comparsa di piccole vesciche, accompagnate da un rossore molto vivo. Poi c’è il mughetto, una forma di infezione da funghi che colpisce soprattutto i neonati: in questo caso il fungo cresce sul palato e sulla lingua, presentandosi come una sottile pellicola bianca. Anche la tigna è una forma di micosi che spesso colpisce i bimbi: a differenza della dermatite, però, non colpisce la pelle ma il cuoio capelluto. I sintomi? Ferite circolari dal centro bianco.

Micosi: come curarle e come prevenirle?

Nonostante i sintomi delle micosi cutanee possano spaventare, i genitori non devono allarmarsi, poiché sono facilmente curabili con l’utilizzo di farmaci antimicotici che certamente vi verranno suggeriti dal vostro medico di fiducia. Premesso che portare i bimbi dal dottore è sempre consigliato, ci sono però dei casi in cui questo diventa necessario. Quando portare un bambino dal medico? Quando le irritazioni si fanno troppo estese e soprattutto quando il problema è portato dal mughetto. È bene far monitorare il bambino dal pediatra, perché il problema potrebbe dipendere dalla debolezza del sistema immunitario. Come prevenire le micosi, invece? Lavando sempre i denti al bimbo, cosa che ridurrà molto il rischio di candida o mughetto: meglio usare anche un collutorio alla clorexidina. Infine, sterilizzando i ciucci e i biberon, e proteggendo i piedi in piscina con le ciabatte.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here