X
    Categorie: TEMPO LIBEROUncategorizedVacanze

Vacanze e viaggi lunghi con i bambini

L’organizzazione di un viaggio verso destinazioni lontane comporta sempre un certo impegno, ma quando ci sono dei bambini piccoli l’attenzione aumenta notevolmente e con essa anche i timori che qualcosa vada storto. Proprio per questo numerosi genitori si scoraggiano e rinunciano in partenza all’idea di trascorrere una vacanza verso un posto lontano ed esotico. Con un po’ di lungimirante pianificazione però tutto è possibile, anche affrontare un lungo viaggio in modo sereno e spensierato.

Come affrontare al meglio un viaggio in aereo con bambini

A spaventare i genitori sono spesso le numerose ore di volo che separano dalla destinazione scelta. Quando il viaggio in aereo è lungo, non è così semplice gestire un bambino piccolo, poco incline a stare fermo e seduto per molto tempo consecutivo. Da questo punto di vista il periodo più critico va fino ai 3 anni di età. Intrattenere i bambini con qualche gioco, proponendogli anche qualcosa di nuovo per catturarne maggiormente l’attenzione, avere sempre con sè colori e fogli per disegnare, un tablet con applicazioni e film dedicati a loro, sono tutti esempi di ottimi passatempi. Altro aspetto da considerare sono i pasti: se il bimbo ha meno di 2 anni volerà gratis ma il pasto non sarà incluso. Fare un planning di ogni pasto è quindi necessario per affrontare il viaggio, munirsi di thermos e snack è il passo successivo.

La scelta dell’hotel

Per il pieno successo della vacanza la scelta dell’hotel è fondamentale: con bambini piccoli diventerà infatti un vero e proprio punto di appoggio, oltre al luogo in cui pernottare. Sceglierlo con cura e preferire strutture family-friendly, ovvero specializzate nell’accoglienza delle famiglie, garantirà un soggiorno sereno a grandi e piccini. A fare la differenza sono le facilities e i servizi pensati per i piccoli ospiti, che quando si è lontani da casa fanno davvero la differenza. Ma come capire se l’hotel è quello giusto anche e soprattutto nel caso di mete lontane? Se per esempio state cercando un hotel o state pianificando un viaggio verso qualche destinazione un po’ esotica, come ad esempio il Messico, la prima cosa da fare è visitare il sito dell’hotel e guardare che cosa offre. Per esempio, gli hotel Barcelò a Cancun sono dei resort dotati di ogni comfort e servizio, tra cui anche un team di animatori e giochi per bambini: requisito fondamentale per trascorrere una vacanza spensierata in famiglia. Terzo e ultimo passaggio, se desiderate informazioni aggiuntive o volete richiedere qualche servizio specifico, contattate direttamente l’hotel prima di prenotare.

Consigli per godersi una vacanza serena

Se si viaggia con bambini, capricci, bagagli e crisi di ogni sorta sono sempre in agguato. Scegliere la meta giusta è importante, e appoggiarsi a un hotel specializzato nell’accoglienza delle famiglie, lo è altrettanto. Bambini contenti, uguale genitori sereni: la presenza di un miniclub e un servizio baby-sitting saranno uno svago per i bambini e per i genitori rappresenteranno la possibilità di ritagliarsi attimi di pace. Partire con coppie di amici con figli può essere un’altra ottima idea. I bambini giocheranno tra loro e gli adulti potranno rilassarsi un po’. Ultimo aspetto non trascurabile è la necessità di mantenere degli orari e delle regole anche in vacanza. Sebbene i ritmi siano diversi e la flessibilità maggiore, è fondamentale non sconvolgere completamente le abitudini dei bambini, soprattutto se piccoli; l’unico risultato che si otterrebbe infatti potrebbe essere di renderli nervosi.