Festa della mamma e Fase 2

Avete paura di ricominciare ad uscire?

0

Da 15 anni a questa parte, per la festa della mamma ho sempre e solo richiesto una giornata di tranquillità, per uscire dalla routine quotidiana, ma quest’anno questa ricorrenza cadrà il 10 maggio, cioè la prima domenica della Fase 2 dell’epidemia da Coronavirus, la fase della ripartenza. E vi confesso che io a questa routine ormai ci sono affezionata e non voglio separarmene!

Chi ammette di aver timore di ricominciare e di ritrovarsi nel giro di pochi giorni a correre di nuovo, perdendo l’umanità conquistata durante la quarantena?

Negli ultimi due mesi ognuno di noi ha ritrovato quella parte di se stesso che aveva perso da molto tempo, per via della fretta e del poco tempo a disposizione. Abbiamo ripreso un ritmo molto più lento, che ci ha fatto assaporare ogni momento, ha permesso di goderci la compagnia della famiglia, la gioia di leggere un libro o anche soltanto di oziare e pensare, abbandonando il multitasking quotidiano a cui sono abituate le mamme.

Anche mio marito ha confessato che, se non fosse stato per il lockdown, non si sarebbe potuto finalmente godere la compagnia delle nostre figlie.

Riprendere sarà durissima!

Mi hanno sempre detto che sono una persona resiliente, cioè con la capacità di trarre forza positiva dagli eventi più negativi e stressanti. Una forza che mi porta a trasformare il dolore in risorsa e questa capacità mi ha fatto talmente abituare allo stare in casa che, non potendo uscire dal tunnel, l’ho arredato nel migliore dei modi 🙂

La quarantena, logicamente, sarà un bel ricordo per chi non è rimasto da solo in casa, per chi non si è ritrovato costretto in convivenze sgradite, ma soprattutto per chi non ha perso le persone che ama.

Alla fine del lockdown avrò quasi paura a rimettere il naso fuori, perché niente sarà più come prima e dovremo continuare a seguire le istruzioni del Governo, come le distanze di sicurezza, le mascherine, i guanti. Sarà strano stare in mezzo a tante persone e avremo ancora paura di contrarre il virus, oppure di infettare un amico o un parente: un viaggio sui mezzi pubblici potrebbe diventare un incubo. Quindi, quasi quasi, continuerei a rimanere in casa! 

Per la festa della mamma, prima che ricominci la follia alla quale eravamo abituati prima, scelgo quindi di stare a casa con la mia famiglia, poi giuro che mi impegnerò di nuovo a rientrare nella società, questa volta senza farmi scorrere la vita addosso, ma cercando di godermi ogni attimo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here