Home BIMBI Scuola Primaria Quando un bambino non vuole andare a scuola

Quando un bambino non vuole andare a scuola

338
25

I bambini, soprattutto alla ripresa dell’anno scolastico o all’inizio di un’attività sportiva possono avere delle difficoltà, vedere tutto più difficile di quanto sia in realtà, devono accettare nuove regole e questo può creare delle paure dando loro l’impressione di non farcela.

Come possiamo reagire ?

– Lasciamoli sfogare in modo che esprimano le loro preoccupazioni.

Non facciamoli sentire in colpa paragonandoli ad altri bambini (che si lamentano meno).

– Aiutiamoli a risolvere i loro problemi senza intervenire troppo, facendo capire che possono farcela da soli, senza l’aiuto di nessuno.

– Ricordiamo che avranno tutto l’anno per perfezionarsi, incoraggiandoli.

– Eventualmente, se la situazione non migliora, si può provare a parlarne con l’insegnante, soprattutto se secondo i nostri figli il problema nasce dalla maestra/o .

Se il bambino e la maestra non vanno realmente d’accordo spiegheremo al bambino che la maestra non è una seconda mamma.

E se insistono nel non voler andare a scuola, disperandosi, cosa si può fare?

– Spiegare che la scuola serve a imparare cose nuove e a crearsi nuove amicizie, che è obbligatoria e che TUTTI i bambini (anche la mamma da piccola) vanno a scuola.

Questo discorso vale sia per quanto riguarda la scuola, sia per lo svolgimento delle attività sportive (sport, giochi di gruppo).

Mia figlia di cinque anni voleva andare a danza e mi pregava di iscriverla già da due anni, ma secondo la Direttrice della scuola era troppo piccola. Quest’anno finalmente abbiamo potuto mandarla e lei, dopo 4 mesi, non ci vuole più andare!

Io non sono una mamma che si arrende al primo capriccio, che giustifica i figli o si commuove tanto facilmente, quindi ho cercato di convincerla ad andare altre quattro volte. Dopo le vacanze di Natale nella classe c’è stata una vera “ecatombe”, capisco che dopo una pausa così lunga non ci fosse più l’abitudine alla disciplina, ma le sue compagne sono dimezzate e lei si lamentava sempre più, finchè mi sono arresa anch’io! Abbandoniamo la danza.

Le ho fatto capire che una volta presa questa decisione non saremmo più tornate sui nostri passi, che anche se non aveva legato troppo con le compagne l’importante era seguire l’attività fisica, che se la maestra era severa e la sgridava lo faceva solo per farla crescere ed insegnarle la danza classica, che nessuno era più bravo di lei, ma che erano tutte allo stesso livello e tutte a scuola per imparare! Non c’è stato niente da fare.

Per lo sci è successa più o meno la stessa cosa: ha iniziato con delle lezioni private, poi doveva inserirsi in un corso con altri bimbi, ma non ha voluto perchè “gli altri sono più bravi di me”, però in questo caso io e il papà l’abbiamo portata a sciare con noi finchè non si è resa conto di avere le stesse capacità degli altri, così adesso vorrebbe inserirsi nel gruppo! Ma, logicamente, le classi sono già state selezionate, quindi vivremo “delle disgrazie altrui”, cioè inserendola al posto di chi è assente per malattia! Funzionerà? Si integrerà al resto del gruppo?

Per fortuna alla materna è sempre andata volentieri, ma con la danza classica abbiamo fallito, speriamo di migliorare in futuro e che non faccia storie alle elementari!!

25 COMMENTS

  1. io avevo la mia bimba che in prima e seconda elementare vomitava a scuola solo se vedeva una maestra in particolare in terza è finita in ospedale per stress in quarta ho preso la situazione a due mani perchè quello che facevo gli anni precedenti non aveva servito granchè compresa la dirigente ho chiesto l’intervento del psicologo dell’Ulss il problema era realmente questa insegnante, con ben poca umanità, in quinta mia figlia era abbastanza tranquilla anche se per la maestra era inesistente e nello stesso anno il psicologo è intervenuto per altri 10 bimbi. Morale:sono i bimbi, le mamme chiocce………o le maestre che dovrebbero tutte avere un supporto psicologico perchè hanno in mano un pezzo del futuro dei nostri figli e possono anche rovinarli.
    Io fortunatamente per le scuole medie ho cambiato paese ed istituto, perchè ho visto che anche se sollecitata la dirigente non ha fatto nulla e l’insegnante è ancora nella stessa scuola che fa danni, so di bimbe che ancora vomitano e stanno male per dover entrare in classe, ma i genitori hanno paura di intervenire per non far”prendere in brutto occhio il proprio figlio.

    Ora devo inscrivere la 2 figlia alle elementari non so se la porterò in questo istituto che si trova nel nostro paese, perchè sicuramente non avrò stesso tim, ma se la dirigente delega e non prende provvedimenti non risolverà mai nulla.

    Sono stata un po’ vaga, ma la storia è un po’ più complessa, ——quello che volevo far passare era di ascoltare sempre i nostri figli a qualsiasi età, perchè devono fidarsi di noi e sapere che non sono soli e noi possiamo aiutarli sempre anche solo lasciandoli sfogare——–.

    Ciao Susy

  2. Purtroppo cara Susy, casi come quello di tua figlia non sono poi così rari, anche perchè è proprio il dolore di pancia che nei bambini è indice di disagio! Se devo essere sincera anch’io ne ho sofferto quando ero piccola, anche perchè frequentavo una scuola privata particolarmente dura, ma una volta non si parlava di queste cose e si cercava di insabbiare il tutto…Solo dopo anni mia mamma ha capito che quello che avevo non erano state solo mie fisime! Per questo é importante, effettivamente, di cercare di ascoltare il più possibile i nostri figli, aiutandoli a risolvere le situazione difficili insieme a loro! Ciao

  3. Cara Susy, accidenti che brutta esperienza!
    Immagino che per la tua seconda bimba sarai un po’ spaventata. Ma vedo che hai davvero capito l’importanza della comunicazione genitori-figli, fondamentale per intuire se esistono dei problemi reali all’interno delle strutture scolastiche.
    Non bisogna avere paura di approfondire se i nostri figli non vogliono andare a scuola, dobbiamo ascoltarli e far capire che noi saremo sempre a loro disposizione.
    Facci sapere come andrà questa volta, in bocca al lupo!

  4. ciiaoooooooooooooooooooooo scusate avvete ragiione mAAA IO COMEEE FACCCIO A NON ANDARE A SCUOLA DOMNANNI GIORNO 20 DI APRILE 2010???????? RIISPONDDETEEE QUI O VIA I-MAIL OKK?????????GRAZIE CIIAAOO

  5. Ciao Giulia e benvenuta! Prima di tutto quanti anni hai? Non vuoi andare a scuola perchè hai qualche compito in classe e/o interrogazione importante? Se fosse così, per esperienza personale, ti consiglierei di confidarti con i tuoi… A volte i genitori sono più comprensivi di quello che sembrano! Fammi sapere. Un grosso bacio

  6. comunquueeeeeee non èè x i compiti in classeeeeeeeeeeeee maa perrrchhè 1 mioo commpagnooooooooo insultttaa tuutiii ee leee maestre non dicooonooo nientteeeee diiiiiiiii nientteeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee le mieee compagneee ed ioooooo siamo di 4 c e veniamo da catania ………..luii è nnellaaa nostra classssssssssseeeeeeeeee peròò con sara e agataa altre 2 compaggnee mmonellisimee hanno il sosteegnooooooooo e io non capiisccco nienntteeeeeeeee perrchhèèèèèèè ci sono i coompiitii looroo si mettono aaa gridareee basstaaa io dicoooooooooooooo e quinddii vooreeeii starmmenee a casa ankkeee se c”’è il piicoooloo gaetano mioi frateello di 5 anniiiiiiiiiiiiii comunquuee rispondda bacci giuliiaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  7. Ciao Giulia! A maggior ragione se c’è un problema di compagni che fanno i “bulli” allora devi proprio parlarne con i tuoi genitori. Si deve infatti contattare la rappresentante di classe e le maestre per risolvere la cosa…Altrimenti, se si sta in silenzio e non si dice niente, questi tuoi compagni continuano a fare quello che vogliono! Bisogna reagire! Comunque anche tu insisti a parlarne con le tue insegnanti, magari vai da loro con le tue amiche che sono nella tua stessa situazione…E ricordati che l’unione fa la forza! Io ho due figli: la mia bimba fa la 3 e il mio maschietto è in 2. L’anno scorso c’era un compagno di mio figlio che era particolarmente manesco, beh io ne ho parlato con le insegnanti e con altre mamme che avevano i figli che subivano qs. angherie per arginare la cosa…Però ho anche detto al mio bimbo di non stare fermo e di reagire…! Fammi sapere come va…ok? Un grosso bacio

  8. GRAZIIEEEEEEEEEEEE MAA OOGII 20 04 APRRIILE è SUUCCESSA 1 COOSA OORRENDAA SE LA VUOII SAPEREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE DIILOO BACII GIUGIOLLA!!!!!

  9. aaaaaaallllllllllllllooooooooooooooooooooooorraaaaaaaaaaa prticamenntteeeee ha scuola ierrii 20 aprile 2010 io mi sn messaaa a pianggerree perrchhhèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèè non ho potuutoo fareee i compiitii di religione delle vacanze di ppasqaaaaaaaaaaaaaaaa e ho inventatto 1 buggiiiaaaa………..poiiiiiiiii la mia compagnnaaa la scoperrtooooo e perrr farrrsiii bella alla maestra gli e looo ha detttoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo mmma primma leii mi avevvvvaa dettttooooooooooo ke mi aiuuutavva e pooiii leii gli lo va a diirreeeeeeeeeeee…………. e infatiiiiiiiiii oogi 21 apriile 2010 non sn andata a scuolaaa perrchhèèè tuuttiii mi pprendoonooooooooooo inn giiroooooooooooooooooooooooooooooooooooo mia mmamaaammma diice lascali perrdereeeeeeeeeee mmmaaaaaaaaaaaa ioo non c”è laaa faccioooo ne a mangiaaree nne a doormiirre ne aa prendereee 1 ppenna coossa poso ffaree mi puo dare 1 suoo parere?????????????????rispondda byyy giugiollliinna!

  10. Ciao Giulia! Ha ragione tua mamma di fregartene…Per prima cosa cerca di scusarti da sola con l’insegnante e cerca di recuperare facendo compiti… poi lascia stare qs. compagna, non giocarci più, insomma cambia giro di amiche…Ci sarà qualcun’altra nella tua classe con cui vai d’accordo, vero? E comunque un consiglio: portati qualche libro da casa da leggere durante l’intervallo, per stare un pò per i fatti tuoi, se per un pò vuoi disintossicarti dai tuoi compagni… Mi raccomando. Ciao

  11. graaziiee sa prooprioo tuutee leiii verrooo???ccooomunquue ho mille amike e con l’nsegnatee hoo chiesto scussa…………….mmaa leeii non ha acccettttttaatoo le sccuuseeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee……….ioo ci soono riimastta malle x la compaggna perrchhèè mia mmamma erra incavvolata
    ee ooii quuestta compaggna vuuole khhe ioo nonn diica niennte a nesuuno ma io ierri e annke oogii non hha manngiatto ma pooi lo deetto a mama e papà e lorro hanno detto ke leii(la conpaggna)non viennne piiù ee pooi tuute le compaggne + la maestra kredono a leii ma èèèèèèèèèèè buugiarrdda e giusto giustoo e la mia compaggna di bannncooo…………..bbe ciiaoooooooooooooooooomme loo dai il tuuioo contatto bbacci ciiao!!

  12. Ciao Giulia! Hai fatto bene a parlare con i tuoi…continua così! Ed applicati a scuola! Se fai tutto quello che dicono gli insegnanti vedrai che le cose poi si sistemano. Se hai bisogno sono qua.

    Ciao

    ps= se vuoi contattare me o Unamamma puoi scrivere alla mail generale del sito…

  13. Ma, da insegnante in panchina, i miei studenti piangevano l’ultimo giorno di scuola, per insegnare ci vuole carisma, non servono inutili e stupide lauree-io stesso non lo sono, e allora ? Cmq analizzando gli studenti, se non vogliono andare a scuola- parlo dei bambini di 1à , 2à elementare, che piabgono, inventano mali, stanno male dopo colazione, si , è sintomo che avvertono un ambiente ostile nella scuola, probabilmente la loro maestra è un soggetto nervoso, irascibile, arrivista, che ricatta ed esige , quindi non è un insegnante, e soprattutto non dovrebbe stare lì a rubare il posto a gente come me x esempio, equilibrato e coscienzioso, ma si sa, il mondo gira dalla parte dei figli di qualcuno ! Io ho una bimba di 4 anni, non la mando all’asilo perchè ha una madre in gambissima e un padre professore, quindi, non serve, piuttosto, sono molto preoccupato x quando andrà a scuola, ma, visti gli ex colleghi, mi sa che la terrò a casa e le farò scuola io….

  14. Ciao Albi e benvenuto! Anch’io sono insegnante e purtroppo vedo in quale situazione è la ns. povera scuola pubblica…Mi sento però di essere ottimista anche perchè fortunatamente vedo intorno a me tanti insegnanti capaci, che nononstante tutto hanno ancora la passione dell’insegnamento. Xchè è di questo che si tratta: passione e nient’altro, in qs. ns. Paese dove si fa di tutto per affossare la scuola pubblica. Non ultimo questo concorso farsa, che io tenterò… Spero di avere altre tue notizie. A presto collega! Ciaooo

  15. Ciao Unamammabis, e grazie di avermi risposto ! Sono sempre più convinto che il mondo gira male, e soprattutto, x quanto riguarda la scuola, o si fa un ripulisti di sti insegnanti da campo di insalata, o non so, lo vedo un futuro distopico, e sono molto preoccupato, xkè i prof del mulino bianco come me, non sono apprezzati, dai colleghi , e da certi dirigenti scolastici, a me per esempio non piaceva caricare di compiti a casa i miei alunni, e cercavo di non dare mai brutti voti, al limite, li sentivo un’altra volta, cmq, quando andavo alle elementari io, tra l’80 e l’85, purtroppo ho avuto la sfortuna di avere una maestra che era una bestia, si, metteva alunne femmine contro alunni maschi, li metteva compagni di banco, selezionava le potenziali coppie, femmina dominante-maschio recessivo-carattere debole, e incitava le alunne a fare la spia , della serie ” il tale copia “, è stato drammatico, è per questo che poi nella vita si creano i traumi infantili, e poi ci picchiava, e guai a noi se parlavamo a casa ! E x questo che insisto col dire quello che ho detto sulla scuola, ma ormai è storia e sono sopravvissuto, piuttosto, sono preoccupato per la mia bambina quando aimè..andrà a scuola, o troviamo una maestra del mulino bianco, nel senso, che sia una brava persona, o le farò scuola io, a costo di sfidare le istituzioni. Mi dispiace. Buone feste e buon anno !

  16. Grazie Albi e “Buone Feste” anche a te!!!
    ps= spero che troverai una scuola adatta a tuo figlia… e di qs. ne sono convinta!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here