Home BIMBI Sui voti a scuola….

Sui voti a scuola….

323
0

Ieri ero al parco e parlando con una mia amica mamma è venuto fuori l’annosa questione sull’utilità nel dare i voti anche alla scuola primaria. Il punto è che suo figlio ha cambiato maestra e questa ha incominciato a non mettere più i soliti “giudizi” e, tenendo conto che siamo in 4a elementare, ha provocato una certa costernazione:

Mio figlio era abituato a prendere bene, benino, bravo o bravissimo. Per non dire poi che in prima elementare prendeva le “faccine” tipo emoticons. Ma adesso con i voti si sente destabilizzato! Non oso pensare che cosa potrebbe succedere se prende un 5!” Ecco ed è lì che mi è saltata la mosca al naso: sono stanca di sentire che i bambini si destabilizzano se hanno dei voti negativi.

Io capisco tutto, ma essendo anch’io tornata ad essere un’ insegnante, penso che certe piccole  frustrazioni non siano poi così deleterie. Perchè di fronte a future ed altre maggiori difficoltà poi non si sentano fragili ed impreparati.

Certo è che, nel caso di un brutto voto, non bisogna neanche partire subito con la sgridata, ma bisognerebbe fare un passo indietro e capire che cosa non ha funzionato. Senza essere superficialmente distaccati, bisognerebbe solo dargli  il giusto peso. Per non cadere poi però nelle classiche gare di bravura io sono stato più bravo di lui” o di asinaggine “tutta la classe ha preso un brutto voto“.

Ma poi gli scolari sono sempre tutti uguali ed anch’io ricordo che era meglio sempre il caro detto:  “Mal comune mezzo gaudio!”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here