Home FAMIGLIA Polpettone alla palermitana

Polpettone alla palermitana

Ricetta alla portata di tutti

227
0

Visto che siamo tutti chiusi in casa da più di un mese, che oramai abbiamo cucinato di tutto, tanto che Masterchef per noi è una trasmissione da dilettanti e visto che si avvicina la Pasqua, vi consiglio una ricetta semplice che mi ha passato la mia amica Valentina di Palermo. Splendida cuoca e donna di gran cuore, che spero di rivedere al più presto!

INGREDIENTI per 6/8 persone: 

Per l’impasto a base di carne:

800 gr. di carne macinata

2 uova intere

80 gr. di formaggio parmigiano (o grana Padano))

3 fette di pane a cassetta

1/2 bicchiere di latte

Sale (2 cucchiaini rasi da the)

Pepe q.b. (facoltativo)

Farina q.b

Per il ripieno:

70 gr. di prosciutto cotto

2 uova

1 cucchiaio da minestra di formaggio parmigiano (o grana Padano)

spinaci surgelati (3 blocchi)

Provola dolce a fette (o qualsiasi formaggio dolce a pasta morbida)

Per il sugo:

2 carote di media grandezza

1 gambo di sedano

1 cipolla

1/2 litro di brodo vegetale

1 bicchiere di vino bianco

PREPARAZIONE

Per preparare il POLPETTONE ALLA PALERMITANA iniziate dalla preparazione dell’impasto a base di carne, ma prima di tutto mettete subito le fette di pane a cassetta a bagno in una ciotola con il mezzo bicchiere di latte (l’effetto finale deve essere quello di formare una specie di pappa di pane e latte). Adesso versate, in un’altra ciotola la carne macinata e insaporitela con le uova, il formaggio grattugiato, il sale, le fette di pane ammorbidite nel latte. Mescolate e impastate bene con le mani. L’impasto sarà pronto quando gli ingredienti saranno ben amalgamati e formeranno un tutt’uno con la carne macinata.

Quando l’impasto è pronto, stendetelo su un piano da lavoro e formate un rettangolo o un cerchio (come una pizza). Preparate adesso una piccola frittata con le due uova e il cucchiaio di formaggio Parmigiano (o grana). La frittata deve avere un diametro più piccolo di quello preparato con il macinato di carne. Sbattete 2 uova energicamente con la forchetta, aggiungete il formaggio e un pizzico di sale e mettetela in una padella antiaderente, facendola cuocere almeno due minuti per ciascuna parte. Bollite per 10 minuti 2/3 cubi di spinaci surgelati. Adesso appoggiate la frittata sul macinato precedentemente steso (o a rettangolo o a cerchio), sopra la frittata ponete gli spinaci, ancora sopra mettete il prosciutto e in ultimo le fette di formaggio. Chiudete il polpettone formando un rotolo. Potete aiutarvi chiudendo prima tutti e quattro lati e poi procedere dal lato più lungo. Questo servirà a sigillare per bene gli ingredienti all’interno, per non avere fuoriuscite del ripieno durante la cottura. Adesso il polpettone è pronto e si può passare alla cottura.

Infariniamo il polpettone per bene in ogni sua parte. Prendere un tegame e soffriggere il polpettone infarinato. Appena soffritto, toglierlo dal tegame e procedere con il sugo.

Tritate finemente, insieme, le carote, il gambo di sedano e la cipolla e porre il trito dentro il tegame (se volete potete usare anche il trito di verdure surgelato, ottimo espediente per risparmiare tempo, in questo caso usate tutta la confezione); soffriggere il trito di verdure per cinque minuti e poi mettete il polpettone soffritto di nuovo dentro il tegame sfumando con il bicchiere di vino bianco a fuoco vivace . Aspettare che il vino si sia del tutto assorbito e bagnate il sugo con un mestolo di brodo vegetale precedentemente preparato. Abbassare la fiamma a fuoco moderato e mettere un coperchio sul tegame. Il polpettone dovrà cuocere a fiamma bassa per circa 30 minuti e deve essere girato ogni tanto e bagnato con un mestolo di brodo se il sugo si asciuga troppo.

Appena pronto, aspettate che si raffreddi almeno un’ora e poi tagliatelo a fette non troppo sottili. Servitelo con patate al forno o con purè di patate.

Buon appetito e buona Pasqua!

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here