Home BIMBI Pericoli estivi: la puntura della medusa

Pericoli estivi: la puntura della medusa

302
4

Siamo al mare e i bambini non si stancano mai di stare in acqua, ma ecco arrivare mia figlia, dopo un bagno lunghissimo, che mi dice di avere un bruciore all’occhio. Io non ci faccio caso e continuo a prendere il sole, ma mi cade lo sguardo sulla sua faccia e mi viene un colpo: proprio intorno all’occhio vedo un certo rossore e rigonfiamento sospetto che non lascia dubbi sull’autore, cioè una medusa!

Per prima cosa butto mia figlia sotto la doccia fredda e mi assicuro che non sia stato colpito proprio l’occhio in sé. Mi è venuto in mente di usare una crema antistaminica, che però non avevo a portata di mano. Avevo una pomata a base di “Fiori di Bach”, che nel giro di pochi minuti ha avuto un effetto davvero considerevole.

Comunque ho imparato una cosa: la puntura della medusa va fondamentalmente trattata senza troppi allarmismi, basta seguire qualche accorgimento:

  1. sciacquare bene la parte colpita con acqua (quella del mare è perfetta)
  2. usare una buona crema antistaminica, o al cloruro di alluminio.
  3. non creare troppo allarme nei bambini, perchè se ci vedono nel panico anche loro si agitano e prolungano gli effetti collaterali della puntura
  4. non esporsi al sole!

Esiste un’ordinanza che punisce chi pesca o uccide le meduse e ti porta a pagare multe fino a 30.000 euro, però ammetto che, quando le vedi a riva, la tentazione di prenderle e sotterrarle è forte.

Diciamo che, se uccidi quella che ti ha ferito, potresti essere assolto per legittima difesa…vedete voi!!!

4 COMMENTS

  1. Ciao Mamma Felice! In effetti quello che aveva fatto più effetto a mia figlia è stato continuare a nuotare e a tuffarsi nel mare … Un bacio

  2. Nella speranza che chiunque legga il tuo articolo legga anche i commenti chiarisco alcune cose:
    – non usare acqua fredda e dolce
    – non usare ammoniaca
    – non usare pipì
    – non usare aceto
    – non usare alcol
    – il cortisone va bene, ma riduce solo l’effetto immunitario e non elimina le tossine
    – le creme antistaminiche non vanno bene perché danno luogo a fenomeni di fotosensibilizzazione (ed essendo a mare ciò è male)
    – il rimedio migliore è una crema al cloruro di alluminio altrimenti nulla, di nuovo in mare in attesa che il dolore diminuisca e poi a casa cortisone

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here