Decreto Gelmini: un colpo al cuore all’educazione dei nostri figli!?!

10

   

Il titolo purtroppo mette in evidenza come mi sento io in questi giorni, triste ed arrabbiatanell´affrontare questo argomento.

Il 30 ottobre ci sarà lo sciopero generale della scuola ed è la prima volta che mi sentirò di partecipare perché vi prenderò parte come una mamma a cui sta a cuore il futuro dei propri figli.

C´è stato solo un silenzio assordante negli ultimi mesi intorno a qs. decreto legge. 

Ma che cosa è il decreto Gelmini?

Non voglio parlare del voto in condotta o ritorno al grembiule ma della reintroduzione del maestro unico (articolo 137) che è un´altra cosa!

Si taglieranno indiscriminatamente in 3 anni 80.000 posti di lavoro, perché l´Italia è sempre e comunque all´ultimo posto per la spesa nell´istruzione!

Si ritornerà ad un modello di scuola vecchio di 30 anni, quando non c´erano queste condizioni sociali, quando le mamme non lavoravano, almeno non tutte, quando c´era più probabilità di trovare lavoro di adesso dove si chiede di essere ultra preparati professionalmente.

Si parla di scegliere da un minimo di 24 ore fino ad un max di 40 ore… Ma non è forse il caro e vecchio dopo scuola?

Molti genitori all´uscita mi dicono:”vedi, però, se si mantiene il tempo pieno in fondo a me va bene così!”.

Beh, c´e una grande differenza perché bisogna ridisegnare i programmi e spalmare le materie in maniera diversa.

Si perderebbero, difatti, materie importanti come l´informatica. Un esempio: l´anno scorso abbiamo raccolto dei fondi per la classe di informatica della scuola dei miei figli, ma adesso é tutto fermo perché non si sa se l´anno prossimo si insegnerà questa materia! Certo nel 2008, in fondo, l´informatica non è poi così importante…!

E lo scambio tra insegnanti? E l´integrazione culturale?

Io non voglio mollare, non voglio accettare questa situazione che va ad intaccare il futuro dei miei figli perché io vedo che la scuola elementare così com´è funziona.

Statisticamente non siamo forse ai primi posti al mondo? Ma ci si dimentica anche di questo! Per chi volesse firmare contro il maestro unico, ecco il sito: http://firmiamo.it/controilmaestrounico 

10 Commenti

  1. andrei anche io con mia figlia se non avesse due anni e non sapessi a chi lasciarla……confido nel sale in zucca di gente come te che mi rappresenti in qualche modo piu di ogni governo.l’italia non va avanti su molti fronti,ma su quello della educazione della cultura delle politiche sociali e sulla famiglia sembra tornare addirittura indietro.e perchè?non per scelte politiche e ideologiche.NO! solo per soldi,che non ci sono e si devono trovare ovviamente non solo nelle nostre tasche a ma anche nel bagaglio culturale e formativo che spetta di diritto alla vita di un bambino.
    ciao e fa sentire la tua voce anche per me.

  2. ecco dove tagliare!

    cari politici che siete al governo, vi dico io da dove fare uscire per il nostro paese 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO, così non li togliete alla cultura.
    Il Parlamento ha votato all´UNANIMITA´ e senza astenuti (ma và?!) un aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa Euro 1.135,00 al mese.

    STIPENDIO: Euro 19.150,00 AL MESE;
    STIPENDIO BASE: circa Euro 9.980,00 al mese;
    PORTABORSE: circa Euro 4.030,00 al mese (generalmente parente o familiare);
    RIMBORSO SPESE AFFITTO: circa Euro 2.900,00 al mese;
    INDENNITA´ DI CARICA: (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00);
    TUTTI ESENTI DA TASSE
    TELEFONO CELLULARE: gratis
    TESSERA DEL CINEMA: gratis;
    TESSERA TEATRO: gratis;
    TESSERA AUTOBUS – METROPOLITANA: gratis;
    FRANCOBOLLI: gratis;
    VIAGGI AEREO NAZIONALI: gratis;
    CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE: gratis;
    PISCINE E PALESTRE: gratis;
    FS: gratis;
    AEREO DI STATO: gratis;
    AMBASCIATE: gratis;
    CLINICHE: gratis;
    ASSICURAZIONE INFORTUNI: gratis;
    ASSICURAZIONE MORTE: gratis;
    AUTO BLU CON AUTISTA: gratis;
    RISTORANTE: gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro 1.472.000,00).
    INOLTRE:Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi ( per ora!!!);
    Circa Euro 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l´auto blu ed una scorta sempre al suo servizio);
    La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al MINUTO !!
    Come si può pretendere di andare a parlare alla povera gente di tagli per risanare il paese?

  3. SONO SEMPRE PIU PESSIMISTA RIGUARDO AL FUTURO DI QUESTO PAESE E SONO PREOCCUPATA PE RMIA FIGLIA…COME SE DAVVERO LA GUERRA (civile)POTESSE ESSERE RIGENERATRICE,L’UNICA VIA PER DIRE BASTA E RICOMINCIARE DA CAPO, INSOMMA NON C’E’ MOLTO DA SPERARE SE NON IN UNA LOTTA PER I DIRITTI COME SI DEVE.MA NON è QUESTO CHE SPERO DI CERTO .VORREI SOLO CHE QUAALCUNO CAPISSE DAVVERO.E PRIMA O POI CI TIRERANNO LE BRIOCHE SE AVREMO FAME…MA MARIA ANTONIETTA HA FATTO UNA BRUTTA FINE.

  4. Oggi il Senato ha approvato il decreto Gelmini. Si può fare ancora qualcosa scrivendo al Presidente della Repubblica di richiedere una nuova deliberazione al Parlamento italiano prima di firmare la legge: http://www.quirinale.it – “La Posta”.
    Se siamo in tanti a farlo forse c’è ancora speranza… Grazie.

  5. ciao a tutte, ho una bimba che frequenta la 2 classe primaria, in una scuola a tempo pieno, l’ho staccata dal gruppo della scuola materna,in cui era ben inserita e anch’io un buon rapporto con le mamme, conoscendoci fin dai tempi dell’asilo nido. Insieme abbiamo affrontato i necessari cambiamenti e sacrifici che la scelta ci ha obbligato a sostenere,ora con il decreto gelmini, cosa mi aspettera’ cosa ci aspettera’una scuola con un solo maestro, per questa societa’ a mio parere e’ impensabile, il ritorno dei dopo scuola, a carico delle famiglie?
    Lavoro come infermiera turnista,ho una seconda bimba di 3 anni e a parte mio marito nessun aiuto ma cosa ci chiedono ancora? non hanno vergogna a mostrare certe proposte? e poi vedrete quanti tagli alla sanita’, come se ammalarsi e’ l’obiettivo della nostra vita!!!! sono sinceramente preoccupata per me paziemza, ma per il futuro delle mie bimbe tanto…

  6. Anch’io ho paura a volte, Sabrina, perché questo decreto va a toccare il futuro dei nostri bimbi. Per questo, penso, che non bisogna smettere di fare sentire la nostra voce, sempre. Un abbraccio

  7. Ehi, care mamme e cari papà, sembra che abbiamo vinto!
    Stasera hanno detto al telegiornale che il maestro unico sarà a richiesta delle famiglie! Sinceramente mi sembra un sogno ma alla fine ha vinto veramente il buonsenso! Buona scuola a tutti!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here