26 settembre: Giornata Mondiale della Contraccezione

3

Volevo segnalare questa importante giornata promossa da varie Associazioni e Fondazioni internazionali che si occupano della salute della donna. Per il 2015 l’obiettivo sarà quello di giungere ad una salute riproduttiva consapevole universale come promosso dagli Obiettivi di Sviluppo del Millennio.

In Italia la Sigo (Società italiana di ginecologia ed ostetricia) presenterà oggi i risultati condotti per un anno nelle scuole italiane per una scelta sicura e consapevole della contraccezione, con la campagna Scegli tu, il cui slogan è :” Abbatti il muro dell’ignoranza, la contraccezione è una scelta intelligente“.

E’ emerso quanto sia importante per gli studenti italiani avere una corretta educazione sessuale nelle classi. In Italia manca un disegno di legge in qs. senso ed è per questo che è stata inviata una richiesta formale al Ministro Gelmini. Un’ “Educazione per la. salute” dove i docenti vengono ritenuti persone affidabili a cui chiedere consigli. Nel nostro Paese difatti solo il 36% degli studenti si rivolge all’insegnante per avere informazioni sulla contraccezione, diversamente dagli altri stati europei.

Ogni anno a settembre c’è il pieno di ragazzine che si presentano con infezioni genitali e gravidanze indesiderate, per questo in estate è stata condotta dalla Sigo la campagna Travelsex per sensibilizzare i giovani ad una corretta educazione sessuale. Chi rispondeva in modo sicuro ad un questionario riceveva il Passaporto dell’amore sicuro. 

Quindi la tutela della salute dei ns. ragazzi dovrà passare oltre che dalle famiglie anche dalla scuola, per contrastare malattie sessualmente trasmissibili come l’HIV, che rimane una delle infezioni più diffuse tra i giovani.

Per inf.: ww.sigo.it

3 Commenti

  1. dopo molti tentativi vorrei cercare di entrare incontatto con un mio spazio virtuale con le tante mamme che affrontatno ogni giorno l’avventura volendosela godere (tanta fatica, almeno quello…)

    mi piace questo post che è indirizzato alle mamme di grandi perché in rete non si può parlare solo di pannolini e rigurgiti: quelli durano pochissimo, ma la lunga lotta di educazione, dialogo, affiancamento, guida e consiglio….quella dura tutta la vita!

  2. Quello che mi lascia spesso senza parole è la quantità di ragazzine che chiedono consigli a me, “sconosciuta” approcciata online, per quanto riguarda la sessualità piuttosto di fare domande ai propri genitori! Se l’educazione sessuale partisse dalle scuole, forse ci sarebbe anche più confidenza con mamma e papà nell’affrontare argomenti di questo tipo, che invece, purtroppo, diventano dei taboo e i giovani fanno di testa propria pur di non essere giudicati…spesso “improvvisando” senza prendere le giuste precauzioni.

  3. Ciao Ghoss e benvenuta! Ho visto il tuo blog e mi è piaciuto molto… quanti anni hanno i tuoi bimbi?
    Hai ragione nel dire che sul web mancano blog di mamme sugli adolescenti… Il mestiere di noi mamme diventa forse ancora più difficile quando i ns. cuccioli crescono. Mia figlia ha 9 anni e vedo che stiamo per entrare in un mondo che era diverso da quello che abbiamo vissuto noi…per questo sento l’esigenza anch’io di trovare nuovi percorsi educativi di supporto e la “rete” potrebbe aiutarmi/ci in qs. senso… Torna presto a trovarci! Ciaooo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here