Home BIMBI Mamma, possiamo prendere un cagnolino?

Mamma, possiamo prendere un cagnolino?

179
2

Tranquilli, in questo fine settimana non abbiamo preso nessun cucciolo. Per ora, nella mia famiglia, abbiamo sempre il nostro caro criceto, Rocky.

Ma ieri siamo stati messi a dura prova. Dovevamo andare a fare una castagnata in quel della campagna varesotta, ma siccome rischiavamo di fare naufragio, con tutta la piogga che sta cadendo giù, abbiamo optato per rimanere in tutta tranquillità nell’agriturismo scelto da tempo per fare un’allegra rimpatriata tra amici.

Solo che essendo un agriturismo è ovvio che ci siano gli animali e, quindi, vuoi non fare la classica visita di rito alle stalle ed affini? “Purtroppo” il padrone del posto sta allevando vari cuccioli di cane, per cui immaginate voi come ci siamo sentiti noi genitori in mezzo a tutti quegli splendidi cagnolini e a bambini urlanti, che dicevano a turno: “ma che belli, me lo prendi mamma?”

Io ho avuto un cane e so che cosa vuol dire. Avevo difatti un cocker, che di nome faceva appunto Rocky(!),  rimasto con la mia famiglia fino a quando sono andata all’università e quando è morto, tra l’altro tirato sotto da una macchina, non è stato per niente bello, anzi… So quindi, con ragione di causa, che un cane non è un giocattolo e che è un impegno considerevole e che non si possono prendere alla leggera certe decisioni.

Per cui se si decide di prendere un cane, bisogna prima tenere in considerazione queste cose fondamentali:

1) portarlo a spasso parecchie volte al giorno. Conosco persone che fanno fare i bisogni dei loro cani in casa, ma che vita possono fare queste bestiole? E detto tra noi: ” che crudeltà!!!”

2) in caso di vacanze e simili, bisogna tenere conto che il nostro “amico” deve partire con tutta la famiglia, oppure c’è qualcuno che potrebbe  prendersi cura del nostro cucciolo quando si è via?

3)  mantenere un cane ha un certo tipo di costi. Essendo poi un essere vivente si può ammalare, quindi bisogna tenere in considerazione che si deve destinare una certa somma di denaro alle spese veterinarie. Per non dimenticare poi cibo e cura personale, quindi lavaggi, tosatura del pelo, ecc. ecc.

4) il cane ha bisogno di spazi adeguati: non si può rinchiudere un cane di grossa taglia in un appartamento mini di città!

Come siamo usciti quindi dalla visita di quei cuccioli? Certo abbastanza provati e con musi lunghi, ma ho cercato di fare capire che dietro a questo tipo di scelta c’è tutto un mondo di responsabilità da prendere che non bisogna sottovalutare…perchè nel momento in cui si prenderà tale tipo di decisione bisognerà condividere tutti insieme la cura di un altro essere vivente, che ha  tutti i diritti di essere considerato tale. Come diceva Daniel Pennac:… il rispetto delle differenze è la legge stessa dell’amicizia“.

 

2 COMMENTS

  1. io non ho problemi…ho la mia cagnolina adorata!! però immagino cosa vuol dire e la difficoltà da spiegare ai bimbi nel tenere le bestiole!! e posso dirlo con certezza che purtroppo i bambini nn sanno la differenza tra giocattolo ed essere vivente…(almeno i bimbi che non hanno bestioline) chi invece ha bestiole in casa, sà cosa vuol dire!!! e le difende più di un fratello!!! questo per mia esperienza personale, perchè sono cresciuta con tante bestiole, dai cincillà, criceti, ricci, cani, gatti, topolini, pesciolini…adoravo le bestioline, adoro tutt’ora, e appena ne vedo una in difficoltà sono la prima a soccorrerla!!
    poi vedo la differenza del comportamento di bimbi nei confronti della mia cagnolina che essendo piccolina quasi come un chihuahua…certi bimbi che si avvicinano a lei dicono: ke bella!(la accarezzano con dolcezza) e cominciano a raccontare delle loro bestioline…quei bimbi che nn hanno idea di cosa sia un cane, me la maltrattano al massimo addirittura me l’hanno presa a calci!!! tirata per la pelle e pelliccia e lanciata!!! ma bimbi di 4-5 anni parlo! uno addirittura me la stava strozzando! vabbè…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here